skip to Main Content

Siria, la popolazione scende in strada contro l’offensiva turca in Kurdistan

La popolazione siriana scende in strada contro l’offensiva turca in Kurdistan. Mentre le SDF combattono a Tal Tamr e Zarghan, i civili chiedono l’intervento di Inherent Resolve e ONU. Inoltre, ricordano che combatteranno fino alla fine

L’offensiva della Turchia nel Kurdistan siriano continua: gli attacchi delle TAF e delle milizie alleate ora si concentrano a Tal Tamr e Zarghan. Le difese delle SDF, comunque, per il momento sembrano reggere. La popolazione locale è scesa in strada per protestare contro l’aggressione, manifestando sulla strada per Zarghan vicino alla base russa a Nord di Tal Tamr. I rappresentanti dei clan, degli studenti e della società civile hanno chiesto l’intervento di Inherent Resolve e dell’ONU, condannando “questi attacchi che sono privi di misericordia e di umanità e che non hanno alcuna motivazione o diritto per essere effettuati. E’ tirannia, colonizzazione e terrorismo in tutti i loro aspetti – hanno sottolineato -. Ciò, peraltro, avviene nonostante l’esistenza di accordi di cessate il fuoco”. Infine, i dignitari ricordano che i curdi non lasceranno mai il territorio e che lo difenderanno con tutte le forze.

Photo Credits: Hawar News Agency

 

Back To Top