skip to Main Content

Siria, la guerra tra milizie pro-Turchia arriva ad Hasaka

La guerra tra milizie pro-Turchia arriva ad Hasaka. Scontri ripetuti tra due fazioni della al-Mu’tasim Division nella provincia siriana

La guerra interna tra le milizie pro-Turchia è arrivata anche nell’Est della Siria. A Ras al-Ain (Hasaka) fazioni appartenenti alla al-Mu’tasim Division si sono scontrate tra loro per alcune ore con armi pesanti. Il bilancio è stato di almeno quattro morti e diversi feriti. Peraltro, solo poche ore prima c’pera stato un episodio analogo, che aveva coinvolto gli stessi attori. Non ci sono conferme ufficiali, ma sembra che sia in atto un confronto armato per stabilire chi debba controllare quel territorio e soprattutto godere delle risorse locali. Dopo che Ankara ha tagliato gli aiuti, infatti, le tensioni tra le formazioni locali si sono acuite, portando a un’escalation di violenza. Finora, però, erano circoscritte principalmente al quadrante settentrionale del paese, a Idlib e Aleppo.

Intanto ad Aleppo, i gruppi pro-Ankara cercano di sfondare le difese del SAA e arrivare sulla M5

Intanto, si registra un nuovo tentativo delle milizie pro-Turchia ad Aleppo di sfondare le linee di difesa dell’esercito siriano (SAA) a Bala. Nelle scorse ore, fazioni alleate delle TAF hanno lanciato una nuova offensiva con missili e carri armati, che però è stata respinta dai soldati di Damasco. I fondamentalisti stanno cercando di avanzare per arrivare sulla M5, l’autostrada che costeggia il confine tra Aleppo e Idlib. Obiettivo, assumerne il controllo anche parziale per tagliare il flusso di rinforzi e rifornimenti alle unità del SAA a nord. A questo proposito, hanno attaccato in diversi punti della prima linea: da Orm al-Koubra a Basratun, passando per Ajil.

Back To Top