skip to Main Content

Siria, la Francia invia truppe a Deir Ezzor in chiave anti-Daesh?

Siria, La Francia Invia Truppe A Deir Ezzor In Chiave Anti-Daesh?

Alcuni media riportano che un centinaio di soldati francesi, con mezzi e armi pesanti, sono arrivati a Deir Ezzor per aiutare le SDF contro Daesh

Sui social media si rincorrono voci sulla possibile presenza di truppe francesi a Deir Ezzor. Diversi siti, tra cui Arabi 21 e Orient News, scrivono che i soldati di Parigi sono arrivati nella provincia siriana, insieme a elementi delle SDF. La loro base provvisoria potrebbe essere nei pressi del villaggio di Kam Al Atallah, sito a nordest della città da Deir ez-Zor. Per quanto riguarda i numeri si parla di un centinaio di elementi, dotati di veicoli blindati, lanciamissili e radar mobili (Orient News). Questi potrebbero essere i consiglieri che aiuteranno le truppe curde a cacciare Daesh dall’area a est dell’Eufrate, passando per Hajin, Shaddadi e Dashisha. Nel frattempo, i militari francesi avrebbero rafforzato la loro presenza presso i campi petroliferi Al-Omar, per proteggerli dai periodici attacchi dello Stato Islamico. Questa, si ipotizza, diventerà la loro base principale nel quadrante da cui verranno coordinate le operazioni nella regione.

La Francia, con i recenti raid contro il regime Assad insieme a USA e UK, ha confermato di avere interesse a estendere la sua influenza in Siria. Il sostegno ai curdi nella lotta a Isis è l’occasione perfetta

La Francia, partecipando ai recenti raid contro il regime di Assad insieme a USA e UK, ha confermato di avere interesse a estendere la sua influenza in Siria. Incrementare la presenza militare sul terreno, in accordo con la Coalizione Internazionale, perciò potrebbe essere un ulteriore passo in questa direzione da parte di Parigi. Ciò anche grazie al sostegno che le forze d’oltralpe daranno alla nuova campagna delle SDF contro Daesh a Deir Ezzor. Soprattutto a seguito del fatto che i curdi si sono sentiti abbandonati dagli Stati Uniti per l’invasione della Turchia ad Afrin e oggi cercano un nuovo “sponsor” affidabile. Peraltro, nella provincia si trovano le riserve energetiche più importanti del paese. Che a oggi sono controllate dai curdi. Ed essere loro amici può garantire un accesso privilegiato a esse in futuro.

Intanto, a Deir Ezzor continuano gli scontri tra l’esercito siriano (SAA) e lo Stato Islamico a Mayadeen e Abu Kamal. Inoltre, un drone della Coalizione distrugge un veicolo Daesh

Intanto a Deir Ezzor continuano gli scontri tra l’esercito siriano (SAA) e Daesh nelle zone di Mayadeen e Abu kamal (Al Bukamal). I miliziani dello Stato Islamico hanno lanciato nuovi attacchi con i cannoni SPG9 per cercare di neutralizzare i carri armati di Damasco. Il SAA, invece, ha bombardato al Shaafa, al momento sotto il controllo di Isis. In questo scenario, un drone della Coalizione Internazionale ha distrutto un veicolo dei jihadisti nell’area di Abu al-Hasan. Non si sa chi c’era al suo interno, ma si presume possa essere un personaggio importante dei miliziani. I leader IS, infatti, sono soliti spostarsi nel quadrante in piccoli convogli o con veicoli civili, per non destare attenzione da parte del nemico. Di conseguenza, un raid isolato contro un unico mezzo significa che questo trasportava un bersaglio importante.

Una delle notizie apparse sui media, relative all’arrivo di truppe francesi a Deir Ezzor

Back To Top