skip to Main Content

Siria, la Al-Hamza Division impone il pizzo alla popolazione di Aleppo

La Al-Hamza Division impone il pizzo alla popolazione di Aleppo. La milizia pro-Turchia introduce la “tassa di protezione” nel nord della Siria per sopperire allo stop di aiuti da parte di Ankara. Chi non paga è soggetto a furti e attacchi

Le milizie pro-Turchia nel nord della Siria cominciano a imporre il “pizzo” alla popolazione. La Al-Hamza Division ha introdotto ad Aleppo la “tassa di protezione” in alcuni villaggi dell’area, che va pagata presso i municipi locali. Chi non aderirà correrà rischio per la sua incolumità o che le sue proprietà siano rubate. L’estorsione, la prima sulle persone direttamente ma solo l’ultima su diversi beni di prima necessità come il carburante nella provincia, ha un obiettivo ben preciso: sopperire il taglio di aiuti da parte di Ankara e ai continui ricatti imposti da Hayat Tahrir al-Sham (HTS) alle fazioni minori, in quanto il gruppo qaedista è l’unico che gestisce e distribuisce le risorse che arrivano dal paese vicino. Questa situazione, peraltro, ha già causato una guerra interna tra le formazioni alleate delle TAF, che non esitano a combattersi tra loro pur di non perdere quel poco che viene concesso o per accaparrarsi le scorse degli altri.

 

 

Back To Top