Siria, Isis sfrutta la nebbia per un contrattacco alle SDF a Sha’Fah

Siria Syria Deirezzor Shafah Isis Daesh Statoislamico Islamicstate Is Sdf Jazeerastorm Merv Foreignfighters Fog Terrorism Nebbia Weather

Isis, sfruttando la nebbia, ha lanciato un contrattacco contro le SDF a Sha’Fah. Ma Jazeera Storm è riuscita a mantenere le difese, respingendo lo Stato Islamico

Isis prova a reagire contro le SDF a Sha’Fah, approfittando della nebbia. I miliziani dello Stato Islamico hanno lanciato un attacco a sorpresa contro le truppe di Operation Round Up (Jazeera Storm) presso la loro ex roccaforte a Deir Ezzor. I jihadisti, però, dopo una prima fase in cui hanno avanzato, sono stati fermati dai combattenti siriani. Questi, infatti, sono riusciti a mantenere le linee di difesa, nonostante il contrattacco. Ciò anche grazie all’intervento della Coalizione Internazionale, che ha fornito alle forze arabo-curde supporto aereo ravvicinato (CAS) e rifornimenti. Al momento sono in corso violenti scontri nella zona della Middle Euphrates River Valley (MERV). Sembra anche che i terroristi del Daesh abbiano subito numerose perdite e che abbiano cominciato a ritirarsi verso sud in direzione di Susah.

Intanto continua la caccia alle cellule dormienti Daesh a Deir Ezzor. Nei giorni scorsi sono stati scoperti, grazie alla popolazione, 5 foreign fighters

Intanto, nelle città di Deir Ezzor liberate da Isis continuano le operazioni delle SDF a caccia delle cellule dormienti e dei depositi dei jihadisti. Nei giorni scorsi sono stati catturati cinque foreign fighters dello Stato Islamico nella provincia siriana. Due sono statunitensi, uno è irlandese e gli ultimi sono pachistani. Sono stati identificati e bloccati grazie all’aiuto della popolazione, che ha fornito alle SDF informazioni sulla loro appartenenza a Daesh. Il gruppo di miliziani si era mescolato alla popolazione locale, sperando di passare inosservato. Non è chiaro se i fondamentalisti volessero fuggire o solo nascondersi tra i civili. Ciò che è certo è che ce ne sono molti altri. Infatti, le forze arabo-curde hanno intensificato lo screening e le ricerche mirate in tutto il quadrante.