skip to Main Content

Siria, Isis riprende la campagna di omicidi mirati a Deir Ezzor

Isis riprende la campagna di omicidi mirati a Deir Ezzor. Negli ultimi giorni, almeno due leader tribali finiscono nel mirino dei jihadisti. IS cerca vendetta contro SDF-Inherent Resolve e vuole alimentare il caos per prendere fiato

Isis riprende la campagna di omicidi mirati di leader tribali e personalità locali Deir Ezzor. Negli ultimi giorni sono almeno due i personaggi di alto livello, uccisi dai jihadisti. L’ultimo è Husain Shaikh al-Cemil (Abu Saddam), dignitario del clan Al-Bakeer, freddato da un commando IS ad Al-Izbah. Il modus operandi è sempre lo stesso: uomini armati a bordo di motociclette attaccano il bersaglio e poi svaniscono nel nulla, senza nemmeno fermarsi a verificare che sia morto. Infatti, molte delle vittime sono state solo ferite. L’obiettivo è duplice: da una parte vendicarsi dell’aiuto che le tribù e la popolazione locale stanno fornendo alle SDF e a Inherent Resolve per smantellare le cellule dei miliziani. Dall’altra, cercare di alimentare il caos e la sfiducia generale, sperando di allentare così la pressione subita da parte delle forze curde.

Back To Top