skip to Main Content

Siria, Isis a Raqqa è allo sbando. I miliziani cominciano ad arrendersi

Siria, Isis A Raqqa è Allo Sbando. I Miliziani Cominciano Ad Arrendersi

Isis a Raqqa è chiuso tra le aree nord e ovest. In un giorno perde più di 63 elementi e altri si arrendono alle SDF

Isis a Raqqa è allo sbando. Dopo che le SDF hanno spezzato le linee di difesa del Daesh in centro e a nord est, i miliziani sono stati chiusi in un’area compresa tra quella occidentale e quella settentrionale. I combattenti siriani, sfruttando il momentum, mantengono elevata la pressione in tutta la città. tanto che nelle ultime ore hanno ucciso almeno 63 jihadisti, distrutto diverse auto-bomba (VBIED) e sequestrato un imponente deposito di armi nei pressi dei grandi silos di grano. Al momento gli scontri più intensi si registrano a Rameelah e ad al-Bado, dove gli estremisti stanno perdendo terreno. Infatti, le truppe hanno assunto il controllo della chiesa, dei silos, del centro educativo e stanno espugnando l’edificio che ospita la radio e la tv. Peraltro, a differenza del passato, numerosi elementi di Isil si sono arresi e consegnati alle SDF, in quanto non avevano più scelta.

Le SDF a Deir ez-Zor spingono verso As Suwar, mentre l’esercito siriano in direzione di Ma’adan e Hawijah Sakar

Intanto, a sud di Raqqa le SDF proseguono la loro offensiva contro Isis da Deir ez-Zor ad As Suwar. Le forze a guida curda hanno cacciato Daesh dalla raffineria e da diversi campi petroliferi. I miliziani hanno dato alle fiamme diversi pozzi nell’area vicina al gassificatore di Conoco per rallentare il nemico, ma gli sforzi sono stati vani. Inoltre, per alcune ore lo Stato Islamico ha ripreso il controllo di Marat e Mazloum, ma l’esercito siriano (SAA) e le forze alleate hanno conquistato nuovamente i due villaggi, respingendo diversi contrattacchi dei jihadisti. Continua anche la battaglia all’interno della città per cacciare Isil dall’ultima porzione ancora sotto controllo. Infine, il SAA sta spingendo verso sud in direzione di Hawijah Sakar e a nord, verso Ma’adan. I militari, infatti, hanno conquistato al-Tibni, lungo la strada per Deir ez.Zor.

La Coalizione Internazionale incontra i militari russi per evitare incidenti di fuoco amico

Mentre a Raqqa e Deir ez-Zor proseguono gli scontri sul terreno tra SDF e SAA contro Isis, la Coalizione Internazionale ha incontrato in Siria i militari russi. Obiettivo del colloquio è stato coordinarsi per evitare incidenti, come quello avvenuto alcuni giorni fa nell’area. Per errore un caccia di Mosca ha bombardato le forze a guida curda che si trovavano vicino alla roccaforte dei jihadisti. Lo ha confermato il portavoce dell’operazione Inherent Resolve, il colonnello Dillon. L’alto ufficiale ha aggiunto che non sono esclusi meeting di folloq-up sulla situazione, in quanto bisogna mantenere il focus sulla sconfitta dello Stato Islamico,

Back To Top