Siria, Isis pressato da SDF e Coalizione Internazionale a Bahrah e Hajin

Siria Raqqa Deirezzor Hajin Bahrah Cizirestorm Saa Esercitosiriano Aljazeera Hama Idlib Aleppo Eufrate Syria IslamicState MiddleEast Syrianarmy Terrorism Isis Isil Romanieh Propaganda Deir Ez Zor Iraq Daesh Stato Islamico SDF Al Hamam Hindah Tabqa Amaq Mayaden Iraq

Le SDF attaccano Isis a Bahrah da vicino e da lontano. La Coalizione Internazionale bombarda Daesh ad Hajin

Il pressing delle SDF di Cizire Storm (Al Jazeera) e della Coalizione Internazionale su Isis a Deir ez-Zor funziona. I miliziani Daesh stanno fuggendo a sud in direzione della zona di Abu Kamal (Al Bukamal), lungo la sponda orientale dell’Eufrate. I combattenti siriani stanno attaccando i jihadisti a Bahrah sia con le truppe sul terreno sia con i missili da lunga distanza. Gli ultimi sono stati lanciati dall’area dei campi petroliferi Omar e sembra abbiano causato diverse perdite tra le fila dello Stato Islamico. Inherent Resolve, invece, ha effettuato alcuni bombardamenti ad Hajin. Il bilancio è stato di 8 terroristi uccisi e di 3 mezzi distrutti. Isil, vistosi chiuso, ha cominciato l’esodo verso Sha’fah e la zona di confine con l’Iraq. A proposito i fondamentalisti hanno appena trasferito circa 75 prigionieri nella città. Questi sono merce preziosa per essere usati soprattutto come scudi umani in caso di attacco nemico.

L’esercito siriano avanza contro Isis nella sacca di resistenza tra Hama, Idlib e Aleppo. I miliziani sono pressati da nord e sud

Anche l’esercito siriano (SAA) avanza contro Isis. La zona, però, è diversa. E’ il triangolo tra Hama, Idlib e Aleppo. I soldati di damasco hanno cacciato Daesh da Abisyan, Jabal Abisyan, Rasem Kihla, Jadidat, Khaflat, Abu Hamad, Tabarat Azib, la cittadella di Andarin, Jubb Safa e Aiblatan. Le Tiger Force parallelamente hanno preso Aniz, Sheikh Muzuad, Eblat, Eblat Jadida, Rasem Wird, Dahiriyat, Rasm Qahrt e Thaniyat Sawfan. Nei giorni scorsi, invece, le truppe avevano assunto il controllo di Murayjib, Tarfawi, Jadwaiyah. Rasm al-Tiwal, Rasm al-Tiwal, Sharqiyah e Tiwal al-Dabaghin. Di fatto, è in corso un’offensiva contro lo Stato Islamico da due assi: nord e sud. L’obiettivo è chiudere i jihadisti ad Hama per poi lanciare contro di loro l’attacco finale.