skip to Main Content

Siria, Isis lancia l’operazione Al-Abra per evacuare i miliziani da Deir Ezzor

Siria, Isis Lancia L’operazione Al-Abra Per Evacuare I Miliziani Da Deir Ezzor

Isis a Deir Ezzor lancia l’operazione Al-Abra per evacuare i miliziani, soprattutto da Baghouz. Un commando dello Stato Islamico attacca obiettivi delle SDF e del SAA per avvantaggiare le fughe dei compagni

Isis a Deir Ezzor ha lanciato una grande operazione per evacuare i membri rimasti nella zona e in particolare a Baghouz. Sembra che il nickname sia Al-Abra (la barca), dal nome di un’imbarcazione usata come traghetto. Secondo fonti locali un gruppo di miliziani dello Stato Islamico si muove nella provincia siriana per attaccare obiettivi mirati, presieduti dalle SDF e dall’esercito di Damasco (SAA). L’obiettivo potrebbe essere quello di distrarre i nemici, mentre altri jihadisti si occupano di far allontanare i loro compagni. Fanno parte dei commando elementi degli ex uffici della Sicurezza e dell’al-Rikaz (la struttura che gestiva i beni e le merci preziose), provenienti dal deserto di Badia Al-Sham. Vi sono confluiti, però, anche miliziani Daesh locali, dopo che Jazeera Storm ha annientato definitivamente la formazione.

Jazeera Storm, la Coalizione Internazionale e i Sand Hippos, però, sono sulle tracce dei jihadisti Daesh

Il gruppo degli “Al-Abra”, però, è sotto tiro sia dalle SDF sia dalla Coalizione Internazionale e dei partner stranieri. Negli ultimi giorni, infatti, alcuni leader Isis appartenenti al commando sono stati uccisi in raid aerei e negli scontri con le truppe di Jazeera Storm. Inoltre, i Sand Hippos hanno cominciato a dare la caccia questi jihadisti dello Stato Islamico. Il gruppo misterioso, suddiviso in varie unità, sta rastrellando tutta Deir Ezzor per scovare i miliziani Daesh ed eliminarli, bloccando anche le loro rotte di collegamento a ovest, verso Badia Al-Sham, e a est, in direzione dell’Iraq. A proposito è anche aumentata la vigilanza al confine tra i due paesi per impedire la fuga dei fondamentalisti IS, i quali puntano all’area desertica tra Anbar e Nineveh. Questa, comunque, da un paio di giorni è sotto attacco da parte delle ISF di Baghdad, che avanzano.

Back To Top