skip to Main Content

Siria, Isis ha perso metà del territorio nella Middle Euphrates valley (MERV)

Siria, Isis Ha Perso Metà Del Territorio Nella Middle Euphrates Valley (MERV)

In Siria si è dimezzato il territorio controllato da Isis nella Middle Euphrates valley (MERV) a Deir Ezzor. Le SDF dell’operazione Round Up avanzano verso sud lungo il confine con l’IUraq, in attesa dell’offensiva finale contro lo Stato Islamico ad Hajin

In Siria si è dimezzato il territorio controllato da Isis nella Middle Euphrates valley (MERV) a Deir Ezzor. Le SDF dell’operazione Round Up in breve tempo hanno tolto allo Stato Islamico tutte le roccaforti nel governatorato di Hasakah e hanno ridotto drasticamente la libertà di movimento dei jihadisti Daesh a ovest dell’Eufrate da Suwar fino al confine con l’Iraq. Tanto che, le forze arabo-curde ora puntano a sud, procedendo in parallelo con la frontiera. Grazie al sostegno delle ISF di Baghdad contano di eliminare completamente la sacca di resistenza dei fondamentalisti entro breve. Ciò per potersi concentrare poi sull’offensiva finale nella provincia. Quella tra Hajin e Harse, al momento sotto costante pressing aereo dalla Coalizione Internazionale e dai caccia iracheni. L’obiettivo è evitare che i terroristi IS organizzino difese efficaci prima dell’arrivo delle forze da occidente.

L’esercito siriano (SAA) sta per dividere in due l’area controllata dal FSA a ovest di Daraa. La strategia a Quneitra è la stessa di Ghouta, Deir Ezzor e Aleppo. Continua comunque il pressing su Daesh a Tasil

Intanto, l’esercito siriano (SAA) ha praticamente diviso in due l’ultima zona sotto l’influenza dei ribelli del Free Syrian Army (FSA) a ovest di Daraa. I soldati di Damasco hanno conquistato Harrah e la vicina collina, da cui si vedono le Alture del Golan controllate da Israele. Inoltre, ci sono stati bombardamenti a Nabah al-Sakr e a Koum al-Basha. Appena i due centri abitati (siti nell’area rurale di Quneitra) saranno stati presi, il quadrante verrà diviso in due. Come accaduto in tutte le offensive passate del SAA: da Ghouta orientale ad Aleppo e Deir Ezzor. Parallelamente, i caccia siriani continuano ad attaccare Isis a Tasil e nell’area circostante. L’obiettivo è spingere i miliziani dello Stato Islamico più vicino possibile al confine con la Giordania, in modo da chiuderli in un cui de sac.

Back To Top