skip to Main Content

Siria, Isis ha perso definitivamente la guerra contro le SDF a Deir Ezzor

Siria, Isis Ha Perso Definitivamente La Guerra Contro Le SDF A Deir Ezzor

Isis ha perso definitivamente la guerra contro le SDF a Deir Ezzor. Jazeera Storm conquista l’ultima lingua di terra, ancora in mano allo Stato Islamico a Baghouz

Isis ha perso definitivamente la guerra contro le SDF in Siria. La conferma è stata data con un annuncio ufficiale. Le truppe di Jazeera Storm nelle scorse ore, come aveva annunciato poco prima il presidente Usa Donald Trump, hanno lanciato l’attacco finale contro gli ultimi jihadisti dello Stato Islamico. Questi erano assediati in una lingua di terra a Baghouz, stanchi, feriti, malati e denutriti. I terroristi hanno opposto resistenza ma in breve tempo sono stati annientati. Si conclude così, dopo 5 anni, il sogno del Califfato (era stato annunciato da Abu Bakr Al-Baghdadi a Raqqa il 29 giugno del 2014) e il dominio di Daesh nel paese mediorientale. Nell’area rimangono ancora alcune sacche di resistenza dai miliziani, nascosti nei tunnel sotterranei, ma tutte le forze IS di superficie sono state sconfitte. Inoltre, i combattenti arabo-curdi hanno cominciato ad addentrarsi nelle gallerie per fermare anche loro.

Il sogno del Califfato di Al-Baghdadi è durato appena cinque anni. Le prime sconfitte per Daesh cominciarono ad arrivare già nel 2015

Isis era presente in Siria già dal 2013, all’interno del Fronte al-Nusra. L’anno successivo si scisse dalla formazione legata ad Al-Qaeda e divenne indipendente sotto la guida di Al-Baghdadi. Dalla proclamazione del Califfato, lo Stato Islamico cominciò a guadagnare terreno sia nel paese sia nel vicino Iraq. Poi, estese la sua influenza in Libia e Afghanistan. Dal 2015, però, iniziarono le sconfitte in Medio Oriente grazie all’intervento della Coalizione Internazionale. Questa originariamente era composta da 14 membri, arrivati oggi a 79. La fine di Daesh cominciò in Iraq a Tikrit (marzo-aprile 2015) e poi a Baiji, Sinjar, Ramadi e Falluja. A marzo del 2017, invece, cadde Palmyra in Siria e ad agosto Mosul. Successivamente fu la volta di Raqqa (17 ottobre), Deir Ezzor, Rawa e Qaim (novembre). Infine, tra il 2018 e il 2019, le SDF hanno conquistato gradualmente tutta la Middle Euphrates River Valley (MERV).

Back To Top