skip to Main Content

Siria, Isis cerca di vendicarsi sulle SDF colpendo i civili Raqqa

Siria, Isis Cerca Di Vendicarsi Sulle SDF Colpendo I Civili Raqqa

Isis colpisce i civili a Raqqa per vendicarsi della sconfitta subita contro le SDF. Jazeera Storm, però, bracca le cellule dormienti dello Stato Islamico in città. Inoltre, rafforza la sicurezza presso le carceri a Deir Ezzor

Isis ha lanciato a Raqqa una campagna di attentati e omicidi, come vendetta per la sconfitta subita dalle SDF in Siria. Nelle scorse ore la città è stata scossa da nuove esplosioni, dopo quelle della settimana scorsa a seguito di un fallito attacco dello Stato Islamico contro il quartier generale di Jazeera Storm. Secondo fonti locali ci sono morti e feriti tra i civili, tra cui anche bambini. A seguito di ciò, le forze arabo-curde hanno intensificato la vigilanza e i blitz mirati nella ex capitale del Califfato, alla ricerca di cellule dormienti dei fondamentalisti. Inoltre, hanno rafforzato la sicurezza presso le carceri a Deir Ezzor dove sono detenuti migliaia di terroristi IS, temendo che ci possano essere tentativi di liberarli. Peraltro, soprattutto a Baghouz, continuano le rese di massa, anche se di minore portata rispetto a quelle avvenute durante l’offensiva finale dei combattenti siriani.

In Iraq è in corso una caccia all’uomo verso i fiancheggiatori Daesh. La polizia di Najaf ha arrestato uno dei capi delle ricognizioni IS, responsabile dei trasferimenti dei jihadisti nel deserto

Anche in Iraq è in corso una caccia all’uomo nei confronti dei miliziani Isis. Le ISF hanno preso di mira sia i vertici dello Stato Islamico sia la rete di fiancheggiatori, che garantisce protezione e sostegno ai jihadisti. La Polizia di Najaf, infatti, ha arrestato ieri uno dei capi ricognitori dello Stato Islamico. L’uomo era responsabile di trasportare i fondamentalisti Daesh attraverso il deserto Hadr e di fornire loro rifugi sicuri. Nella perquisizione sono stati trovati alcuni documenti, definiti “molto interessanti”, che potrebbero contribuire a fare luce sulle rotte e sul modus operandi dei facilitatori. L’intelligence di Baghdad sta cercando di capire in quanti siano e come sono organizzati i terroristi IS nascosti nel deserto Hadr. Ciò in modo da organizzare quanto prima un’offensiva su vasta scala per neutralizzarli. 

Back To Top