skip to Main Content

Siria, Isis a Baghuz Fawqani è circondato in un chilometro quadrato

Siria, Isis A Baghuz Fawqani è Circondato In Un Chilometro Quadrato

Gli ultimi jihadisti Isis a Deir Ezzor sono chiusi in un chilometro quadrato a Baghuz Fawqani. Le SDF hanno circondato i jihadisti dello Stato Islamico e li hanno schiacciati lungo l’Eufrate

Isis a Deir Ezzor è chiuso in appena un chilometro quadrato a Baghuz Fawqani. Le SDF di Operation Round Up (Jazeera Storm) hanno schiacciato e circondato i jihadisti dello Stato Islamico in una piccola area lungo l’Eufrate. Inoltre, sembra che i combattenti siriani abbiano conquistato il ponte di Abu Kamal, di fatto bloccando ogni via di fuga per i fondamentalisti a ovest della Middle Euphrates River Valley (MERV), se non a nuoto o a bordo di piccoli barchini. Questi, però, sono facilmente identificabili dai caccia della Coalizione Internazionale, che bombarda senza sosta le postazioni dei terroristi. A essi si aggiunge l’artiglieria delle forze arabo-curde, che grazie alle coordinate ricevute, effettua attacchi chirurgici contro il nemico. Di conseguenza, entro la settimana la provincia potrebbe essere dichiarata ufficialmente libera dal Daesh.

Jazeera Storm ha liberato da Daesh l’area di Shajilah, il ponte di Abu Kamal e parte di Huwayjat al-Khanafirah. Qui i pochi miliziani rimasti stanno combattendo la loro battaglia finale

Le SDF in poche ore hanno cacciato Isis dall’area di Shajilah, dal ponte di Abu Kamal e da parte dei sobborghi di  Huwayjat al-Khanafirah. E’ qui che i jihadisti dello Stato Islamico stanno opponendo la loro resistenza finale contro Jazeera Storm. Tanto che nella zona sono in corso violenti scontri. Daesh prova a rispondere con attentatori suicidi e auto-bomba, ma sono gli ultimi che ha a disposizione. Poi, le SDF invaderanno il villaggio e staneranno i miliziani casa per casa. Ormai ne sono rimasti meno di 100. Ciò sia grazie agli arresti e alle morti in battaglia sia a causa delle fughe di massa. C’è stato, infatti, un vero e proprio esodo di fondamentalisti in questi giorni a Deir Ezzor, che non hanno esitato ad abbandonare i loro compagni per cercare la salvezza verso l’Iraq o a nord-ovest, in direzione del deserto di Badia Al-Sham e di Idlib.

Back To Top