skip to Main Content

Siria, il SAA si prepara a una maxi operazione contro lo Stato Islamico a Badia

L’esercito siriano (SAA) si prepara a una maxi operazione contro lo Stato Islamico a Badia. In arrivo rinforzi ingenti a Raqqa, Homs e Deir Ezzor. Opereranno in simultanea per evitare che ci siano unità isolate, facile bersaglio per IS

L’esercito siriano (SAA) dopo l’ultima tornata di strike russi contro lo Stato Islamico nel deserto di Badia, si prepara a lanciare una maxi operazione sul terreno. Nelle ultime ore, Damasco ha inviato a Est di Deir Ezzor, a Homs e a Raqqa numerosi rinforzi provenienti da altre regioni del paese. Un convoglio di altri 30 veicoli è arrivato dalle milizie sciite più a sud. Obiettivo: effettuare rastrellamenti su una vasta scala nel quadrante, evitando allo stesso tempo il rischio che alcune unità possano rimanere isolate e quindi facile bersaglio di imboscate dei jihadisti ex Isis. Questi, infatti, appena terminano i raid russi, riprendono a contrattaccare senza alcuna esitazione, prendendo di mira soprattutto i convogli e le pattuglie meno protette. L’impiego di una forza numerosa, distribuita in varie aree dovrebbe teoricamente risolvere il problema. Nelle prossime ore, comunque, si vedrà se la nuova organizzazione è stata efficace o meno.

Back To Top