skip to Main Content

Siria, i miliziani Isis da Deir Ezzor tentano la fuga in Iraq

Siria, I Miliziani Isis Da Deir Ezzor Tentano La Fuga In Iraq

I miliziani Isis sono hanno aumentato le fughe da Deir Ezzor in Siria verso l’Iraq, soprattutto dopo che l’operazione Round Up ha catturato Dashisha

I miliziani Isis sono in fuga da Deir Ezzor in Siria verso l’Iraq. Lo conferma una recente operazione delle ISF ad Anbar, che ha visto bloccare un tentativo di infiltrazione di jihadisti dello Stato Islamico nella zona di Qaim. Con la caduta di Dashisha, infatti, Daesh sa che ormai ha le ore contate. Le SDF dell’operazione Round Up stanno arrivando al confine con il paese vicino nella Middle Euphrates Valley (MERV) e poi scenderanno a sud. Infine, convergeranno tutte sull’ultima sacca di resistenza nella provincia: quella che da Hajin arriva fino ad Harse. A quel punto fuggire diventerà impossibile, di conseguenza si moltiplicano i tentativi in questi giorni, nonostante i rischi di essere catturati dai propri compagni. Solo qualche giorno fa, infatti, circa 40 defezionisti sono stati giustiziati proprio per questo motivo.

L’esercito siriano (SAA) attacca lo Stato Islamico nel deserto di Badiya (Badia) e riprende l’offensiva contro Daesh a Suweida

Intanto, l’esercito siriano (SAA) ha lanciato una nuova offensiva contro Daesh a Humaymah, liberando la zona che si trova al confine meridionale della provincia di Deir Ezzor con l’Iraq. In particolare i soldati hanno cacciato lo Stato Islamico da Bir Tayyarah e Bir Umm Salabikh, chiudendo ulteriormente la sacca di resistenza dei miliziani Isis nel deserto di Badiya (Badia). I militari, peraltro, sono arrivati fino alla frontiera incontrando anche le forze paramilitari sciite Hashd Al-Shaabi (Popular Mobilization Units, PMU) del paese vicino. Inoltre, dopo circa una settimana di stop hanno riavviato l’offensiva contro i jihadisti a Suweida. Le truppe di Damasco, infatti, stanno avanzando nel quadrante su diversi assi. Da Aura e Arar verso Khirbet al-Umbashi e Tell Asfar.

Back To Top