skip to Main Content

Siria, i capi di Isis tentano la fuga da Deir Ezzor a causa del pressing SDF

Siria, I Capi Di Isis Tentano La Fuga Da Deir Ezzor A Causa Del Pressing SDF

I capi di Isis, visto il procedere dell’offensiva SDF a Deir Ezzor, tentano la fuga dall’area. Operation Round Up arresta capo dello Stato Islamico che cercava di lasciare Hajin con la famiglia e la cassa dei jihadisti

Come era previsto, i capi di Isis a Deir Ezzor in Siria, tentano la fuga. Le SDF dell’operazione Round Up (Jazeera Storm) nelle scorse ore hanno bloccato un comandante dello Stato Islamico ad Hajin che cercava di lasciare la zona di nascosto dai suoi uomini insieme alla famiglia. Addosso al leader Daesh è stata trovata una quantità ingente di denaro, presumibilmente rubata dalle casse dei jihadisti in città, già a secco in quanto l’area è completamente isolata e assediata. Questo è solo l’ultimo fermo di miliziani da parte delle forze arabo-curde nella zona, secondo le quali negli ultimi giorni le defezioni stanno aumentando costantemente. La causa è la discesa dell’offensiva contro i terroristi nella Middle Euprhrates Valley (MERV) a sud, lungo i confini con l’Iraq, e l’imminente invasione della roccaforte. Questa con ogni probabilità avverrà prima della fine dell’estate.

L’esercito siriano lancia un’offensiva in massa contro Daesh a ovest di Daraa, nell’area di Tasil. Israele e Giordania accolgono i caschi bianchi evacuati dal quadrante

Intanto, l’esercito siriano (SAA) sta stringendo l’offensiva contro Isis a ovest di Daraa, nella zona di Tasil. I miliziani dello Stato Islamico sono sotto attacco sia nella città, con continui raid aerei di Damasco, sia a Tal Jumu con i soldati. Nel frattempo, la popolazione civile sta fuggendo in massa da quadrante, dirigendosi verso le zone controllate dal regime. L’Osservatorio Siriano per i Diritti Umani (SOHR) parla di oltre 20.000 persone che si stanno spostando e di altre 10.000 che per il momento rimangono a Yarmouk Basin, anch’essa bersagliata dai raid anti-Daesh. Parallelamente, Israele e Giordania hanno accolto centinaia di caschi bianchi, evacuati dal sud della Siria per motivi di sicurezza. Lo Stato ebraico ne avrebbe accolti circa 500 e la Giordania 442. Le operazioni, comunque, sono ancora in corso.

Photo Credits: SDF

Back To Top