skip to Main Content

Siria, Hurras al-Din risponde alla campagna di arresti di HTS a Idlib

Hurras al-Din risponde alla campagna di arresti di HTS a Idlib. Almeno due IED esplodono al passaggio di mezzi del gruppo qaedista. L’escalation della guerra interna tra milizie pro-Turchia continua

La risposta di Hurras al-Din alla campagna di arresti lanciata da Hyahat Tahrir al-Sham (HTS) a Idlib non si è fatta attendere. Nelle scorse ore sono esplosi almeno due IED al passaggio di alcuni mezzi del gruppo qaedista nella provincia siriana. Nessuno ha rivendicato gli attacchi, ma secondo fonti locali è opera dei Guardiani della religione che cercano vendetta. Ciò, a seguito del fatto che diversi loro leader sono stati imprigionati recentemente da HTS nell’ambito di una falsa operazione anti-terrorismo. Peraltro, la campagna è ancora in corso in tutto il quadrante. Questi ultimi episodi confermano che la guerra interna tra le milizie pro-Turchia nel nord del paese mediorientale sta subendo un’escalation dagli sviluppi imprevedibili. Soprattutto a seguito del fatto che Ankara ha recentemente allentato notevolmente il sostegno ai suoi alleati locali.

Back To Top