skip to Main Content

Siria, HTS cerca di proteggersi ad Afrin indebolendo le milizie rivali

HTS cerca di proteggersi ad Afrin indebolendo le milizie rivali. Il gruppo pro al-Qaeda, in difficoltà per l’ultimatum della Turchia che lo ha costretto a ritirare buona parte dei suoi uomini, ha avviato una campagna di arresti tra le fazioni rivali

Hayat Tahrir al-Sham (HTS) cerca di proteggersi ad Afrin, indebolendo le milizie rivali. Il gruppo pro al-Qaeda nelle scorse ore ha arrestato diversi membri di fazioni che operano a Nord Ovest di Aleppo senza alcuna motivazione apparente. La calma degli ultimi giorni in città, infatti, è solo apparente. I gruppi locali sono pronti a lanciare nuovi attacchi contro HTS alla prima occasione e c’è l’elevato rischio che anche un singolo incidente possa causare un’escalation di violenza dagli esiti imprevedibili. Inoltre, Hayat Tahrir al-Sham ha ritirato parte dei suoi uomini da Afrin dopo l’ultimatum imposto dalla Turchia, lasciando solo un piccolo contingente e gli alleati di Suleiman Shah Division, Hamza Division e Ahrar al-Sham. Di conseguenza è più debole rispetto a quando ha conquistato il quadrante e non può permettersi di subire imboscate.

Back To Top