skip to Main Content

Siria, gli Stati Uniti rimarranno nel paese per combattere lo Stato Islamico

Gli Stati Uniti rimarranno nel paese per combattere lo Stato Islamico. Le forze armate USA non abbandoneranno le SDF da Deir Ezzor a Raqqa, passando per Hasaka nella lotta contro i jihadisti ex ISIS. Soprattutto ora

Gli Stati Uniti manterranno la presenza in Siria in chiave anti-Stato Islamico. Lo ha annunciato l’ambasciata americana nel paese mediorientale sul suo profilo Twitter. L’ex ISIS “pone una minaccia diretta sia per la popolazione siriana sia per gli interessi della sicurezza nazionale Usa – si legge nel post -. Gli Stati Uniti manterranno la loro presenza militare in Siria per garantire che la minaccia del gruppo terrorista sia eliminata”. Ad oggi ci sono ufficialmente circa 900 soldati americani, schierati nel Nord-Est della nazione. Il loro compito è supportare le SDF nella lotta contro i jihadisti, che recentemente hanno cominciato a rialzare la testa da Deir Ezzor ad Hasaka, passando per Raqqa. Le sacche di resistenza dello Stato Islamico nel deserto di Badia lanciano attacchi su base quotidiana soprattutto all’esercito di Damasco (SAA) e le milizie alleate, ma hanno continuano anche a cercare di estendere la loro influenza a Est dell’Eufrate.

Back To Top