skip to Main Content

Siria, è ripresa a pieno ritmo l’offensiva delle SDF anti-Isis a Deir Ezzor

Siria, è Ripresa A Pieno Ritmo L’offensiva Delle SDF Anti-Isis A Deir Ezzor

Le SDF a Deir Ezzor riprendono ad attaccare Isis ovunque. Da Hajin a Susah, passando per Safafinah e Marashidah. L’offensiva dello Stato Islamico durante la tempesta di sabbia non poteva avere effetti stabili. I primi a saperlo erano i jihadisti

Sono ripresi a pieno ritmo i combattimenti tra le SDF e Isis a sud di Deir Ezzor. Operation Round Up (Jazeera Storm) sta avanzando di nuovo sul terreno, rioccupando le aree invase dallo Stato Islamico ad Hajin, Susah, Safafinah e Marashidah. Questo è il segno che l’offensiva Daesh durante la tempesta di sabbia non poteva avere risultati stabili. I miliziani, infatti, hanno effettuato un’operazione mordi e fuggi (hit and run) cercando di arrecare più danno possibile e trarre il massimo dei vantaggi. Però, sapevano di non poter resistere contro i combattenti siriani. Tanto che, dopo l’attacco si sono ritirati nei territori ancora controllati. Anche perché sapevano che i caccia e l’artiglieria di Inherent Resolve sarebbero intervenuti immediatamente. Di conseguenza, non ci sarebbe stata nessuna chance di sopravvivere se trovati in terreno scoperto.

A Suweida l’esercito siriano (SAA) potrebbe aver raggiunto una tregua con Daesh nella zona di Al-Safa, grazie alla mediazione russa

Intanto, a Suweida sembra che l’esercito siriano (SAA) abbia raggiunto una specie di tregua con Isis, grazie alla mediazione della Russia. Non ci sono conferme ufficiali, ma con ogni probabilità l’intesa è legata alla sorte dei prigionieri civili rapiti dallo Stato Islamico a luglio e ancora nelle mani del gruppo. Daesh tempo fa aveva intimato la sospensione delle manovre del SAA ad Al-Safa con la minaccia di uccidere tutti gli ostaggi. Queste si erano fermate per una decina di giorni e poi sono riprese. A quel punto i jihadisti ne hanno ucciso due, ribadendo la richiesta. Gli scontri nell’area sono poi proseguiti a intermittenza, fino a che non è intervenuta Mosca per trovare una soluzione.

Back To Top