skip to Main Content

Siria, doppio colpo allo Stato Islamico e ad al Qaeda con i droni

Doppio colpo allo Stato Islamico e ad al Qaeda con i droni in Siria. Abu Hamza al-Shuhail, già leader dell’ex ISIS e comandante di una milizia pro-Turchia, è stato ucciso a Sere Kanye. Abdulhamid al-Matarn, invece, è morto a Suluk

Il leader dello Stato Islamico, Sabahi al-Ibrahim al-Mesleh (alias Abu Hamza al-Shuhail) è stato ucciso in Siria nell’area di Sere Kaniye (Ras al-Ain). L’uomo è stato colpito da un missile lanciato da un drone e ha perso la vita insieme alle sue due guardie del corpo. Il comandante jihadista, già membro della Shura dell’ex ISIS, fuggì da Deir Ezzor dopo che le SDF conquistarono tutta la regione. Successivamente, divenne il capo della milizia pro-Turchia, Division 20. Nella stessa area, solo pochi giorni fa, gli Stati Uniti avevano eliminato un alto membro di al Qaeda: Abdulhamid al-Matar, anche lui colpito a morte da un drone nel villaggio Suluk. La morte di al-Shuhail, peraltro, si aggiunge alle operazioni dell’INIS che nelle ultime due settimane hanno portato alla cattura di quattro importanti comandanti IS, che operavano tra Iraq e Siria.

Back To Top