skip to Main Content

Siria, doppia offensiva contro Isis a Deir Ezzor

Siria, Doppia Offensiva Contro Isis A Deir Ezzor

A Deir Ezzor è in corso una doppia offensiva contro Isis. A Ovest dell’Eufrate, i caccia russi bombardano le postazioni IS nel deserto di Rusafa e il SAA crea postazioni fisse. A Est, le SDF aumentano il pressing a Busayrah, Shahil e Dhiban

A Deir Ezzor è in corso una doppia offensiva contro Isis. A Ovest dell’Eufrate i caccia russi hanno bombardato diverse postazioni dei jihadisti nel deserto di Rusafa. Inoltre, le truppe alleate dell’esercito siriano (SAA) hanno istituito cinque nuovi posti di guardia fissi tra Dweir e Al-Jalaa. A Est, invece, le SDF hanno lanciato una serie di raid mirati contro IS tra Busayrah, Dhiban e Shahil. Nell’ultimo le forze speciali curde hanno catturato un’intera cellula di miliziani, nonché un grande quantitativo di armi, munizioni ed esplosivi. Nel corso della perquisizione sono stati trovati anche alcuni computer e documenti, giudicati di grande interesse e inviati subito all’intelligence per un’analisi approfondita. Le manovre seguono la creazione di alcuni check point nelle tre città, tesi a ridurre la capacità operativa e la libertà di movimento dei terroristi nel quadrante.

Le manovre sono nate a seguito del fatto che IS sta cercando di rialzare la testa nella provincia siriana

La doppia offensiva contro Isis a Deir Ezzor è nata dal fatto che recentemente i jihadisti hanno cercato di alzare la testa, sia contro l’esercito siriano sia contro le SDF. A Ovest dell’Eufrate è stato registrato un boom di attacchi contro obiettivi economici e militari legati al SAA, nonostante i soldati abbiano effettuato più volte operazioni nel deserto di Badia al-Sham per neutralizzare le cellule IS. A Est del fiume, invece, i terroristi cercano di “disturbare” le azioni del nemico, affinché questo allenti il pressing su di loro. In particolare quello che stanno subendo le reti logistiche e di sostegno, nonché i leader del gruppo nella regione. Le forze arabo-curde e Inherent Resolve, infatti, stanno battendo sui due assi con raid mirati e continuativi, che non accennano a diminuire. Anzi. Inoltre, gli obiettivi colpiti sono sempre più importanti.

Back To Top