skip to Main Content

Siria, Daesh da Deir Ezzor cerca la fuga a ovest nel deserto di Badiya

Siria, Daesh Da Deir Ezzor Cerca La Fuga A Ovest Nel Deserto Di Badiya

Isis a Deir Ezzor attacca nuovamente l’esercito siriano ad Abu Kamal. Obiettivo: rompere le difese del SAA per fuggire a ovest nel deserto di Badiya

Daesh a Deir Ezzor attacca nuovamente l’esercito siriano (SAA) ad Abu Kamal (Al Bukamal) per cercare di fuggire a ovest verso il deserto Hamad (Badiya). I jihadisti dello Stato Islamico, pressati dalle SDF di Jazeera Storm (operazione Round Up) a est dell’Eufrate, hanno lanciato l’ennesima offensiva contro il SAA nella città. L’obiettivo è rompere le linee difensive dei soldati, per poi dirigersi a occidente e ricongiungersi con gli altri miliziani Isis nella zona. I militari, però, hanno respinto l’aggressione e ricacciato i fondamentalisti indietro. Quella nella Badiya rimane, infatti, l’unica strada percorribile per chi cerca di allontanarsi dalla provincia. Il confine con l’Iraq a sud è sigillato. Lo conferma l’arresto di un membro della polizia islamica di IS, che dalla Siria cercava di infiltrarsi nel paese. L’intelligence e le ISF di Baghdad lo hanno scoperto e bloccato, nonostante viaggiasse da solo e in incognito.

I miliziani dello Stato Islamico, evacuati da Yarmouk dopo l’accordo con Damasco, cercano di far perdere le tracce per non essere attaccati da Inherent Resolve

Intanto, si apprendono nuove notizie sull’evacuazione dei miliziani Daesh e dei civili dal campo profughi di Yarmouk, vicino Damasco. Il convoglio dei mezzi, partito dalla zona dopo che lo Stato Islamico ha trovato un accordo con il SAA, una volta in terreno aperto si è diviso in due. Un gruppo di pullman, con a bordo tra i 500 e i 600 civili (soprattutto donne e bambini) si è diretto a Idlib. Altri mezzi, sui quali viaggiano jihadisti Isis, sono scomparsi. La loro destinazione, comunque, dovrebbe essere Badiya. I veicoli si sono ulteriormente separati per rendere difficile il tracciamento. Ciò per evitare che – come accaduto dopo il trasferimento di un gruppo di fondamentalisti IS dal confine siriano-libanese verso Deir Ezzor – questi vengano attaccati dai caccia di Inherent Resolve. La Coalizione Internazionale, infatti, né allora né oggi ha siglato nessun’intesa o patto. Di conseguenza, non ha alcun divieto di attaccare i terroristi.

Back To Top