Siria, Daesh a Deir Ezzor sotto duplice pressing: le SDF ad Hajin e il SAA a ovest

Siria Sdf Jazeerastorm Syria Saa Islamicstate Is Hamad Badiya Russia Cizirestorm Hajin Idlib Aleppo Damasco Saa Esercitosiriano Iraq Turchia Giordania Hts Hayattahriralsham Merv Middleeuphratesvalley Deirezzor Aljazeera T2 Frontealnusra Abukamal Raqqa Isis Isil Sukhnah Saa DeirEzzor Salamiyah Homs Daesh Hattin Nadha Darayeh Stato Islamico Sdf Wrath Qadisiyyah

Le SDF a Deir Ezzor hanno lanciato un’offensiva a sorpresa contro Daesh ad Hajin

Le SDF a Deir Ezzor hanno lanciato un’offensiva in massa contro Daesh ad Hajin. Le forze siriane dell’operazione Jazeera Storm (Cizire Storm) hanno attaccato ia sorpresa i miliziani dello Stato Islamico alla periferia della città. Al momento sono in corso violenti scontri. Intanto, la Coalizione Internazionale ha effettuato diversi raid aerei nella zona per indebolire le difese di Isis e prevenire possibili imboscate dei jihadisti. Nell’area, peraltro, alcune ore fa è precipitato un elicottero russo Ka-52, causando la morte dei due piloti: il tenente colonnello Nikolay Gushchin e il tenente Roman Miroshnichenko, appartenenti alla 18esima brigata aerea di base a Khabarovsk. Il velivolo, come ha confermato il ministero della Difesa della Federazione, è stato colpito da un missile antiaereo a corto raggio trasportabile a spalla (MANPADS), lanciato da radicali islamici. E cioè da IS.

Anche l’esercito siriano (SAA) e gli alleati riprendono le manovre contro lo Stato Islamico nel deserto Hamad (badiya). Isis è schiacciato tra due fuochi

Anche l’esercito siriano (SAA) e le milizie alleate hanno ripreso l’offensiva contro Daesh a Deir Ezzor, ma a ovest dell’Eufrate nel deserto Hamad (Badiya). I soldati e le forze paramilitari, dopo aver ricevuto rinforzi e rifornimenti nei giorni scorsi, si sono nuovamente messi in marcia per neutralizzare lo Stato Islamico nell’area. Tanto che Liwa Quds ha cacciato i miliziani Isis da Faydat Umm Muwaynah e avanza verso il centro del quadrante. La doppia operazione, unita al fatto che le ISF vigilano sui confini tra Siria e Iraq per evitare tentativi di fuga dei jihadisti, sta creando grandi problemi a questi ultimi. A est e a sud sono pressati dalle SDF di Jazeera Storm, per cui non possono dirigersi nella Middle Euphrates Valley (MERV). A ovest, l’offensiva del SAA rischia di tagliare loro l’unica via per abbandonare Abu Kamal (Al Bukamal) e le zone ancora sotto controllo nella provincia.