skip to Main Content

Siria, crescono i segnali su una possibile nuova Peace Spring della Turchia

Crescono i segnali su una possibile nuova Peace Spring della Turchia in Siria. Ankara ammassa forze ai confini di Raqqa e Hasaka. Inoltre, tiene esercitazioni con le milizie alleate e aumenta il pressing dell’artiglieria contro i curdi

Ci sono segnali sempre più preoccupanti circa l’eventualità che la Turchia lanci una nuova operazione militare in Siria sulla falsa riga di Peace Spring. Ankara ha inviato nuovi rinforzi a sud di Aleppo, al confine con Raqqa, e le TAF hanno effettuato un’esercitazione insieme alle milizie alleate nel nord di Hasaka. Intanto, sono aumentati i bombardamenti dell’artiglieria turca in tutto il quadrante. Si teme quindi che Ankara stia ammassando forze per un’invasione di terra su vasta scala e che in previsione stia cercando di indebolire le difese curde. D’altronde il presidente Recep Tayyp Erdogan aveva annunciato recentemente manovre imminenti per allargare la “zona cuscinetto” al confine tra i due paesi. La Russia, almeno finora, ha bloccato ogni tentativo in tal senso, in quanto non vuole che scoppi una guerra tra i suoi partner e su un territorio strategico per la campagna in Ucraina. La situazione, però, sta degenerando velocemente.

Back To Top