skip to Main Content

Siria, contro Isis a Deir Ezzor entrano in gioco anche i caccia iracheni

Siria, Contro Isis A Deir Ezzor Entrano In Gioco Anche I Caccia Iracheni

I caccia iracheni entrano in gioco contro Isis a Deir Ezzor. Gli f-16 attaccano lo Stato Islamico a Baghuz, mentre le SDF di Jazeera Storm avanzano ad Hajin

Contro Isis a Deir Ezzor entrano in gioco anche le forze irachene, a sostegno delle SDF. I caccia F-16 di Baghdad hanno bombardato postazioni dello Stato Islamico nell’area di Baghuz. Il risultato è stata la distruzione di alcuni depositi di armi e munizioni del Daesh. Nei raid sono morti anche diversi miliziani. Parallelamente, le truppe di Operation Round Up (Jazeera Storm) continuano ad avanzare ad Hajin, seppure lentamente. Inoltre, stanno effettuando una serie di raid nelle città della provincia siriana, a caccia di cellule dormienti dei jihadisti. Queste compiono attacchi indiscriminati contro pattuglie delle SDF e i civili nelle zone liberate, allo scopo di seminare morte e terrore. Gli ultimi sono in corso nella città di Al-Shahil, a Raqqa e a Shaddaday.

L’esercito siriano (SAA), presa Suweida, deve decidere su quale delle ultime 2 sacche di resistenza Daesh nel paese puntare: il deserto di Badia o la MERV

Intanto, l’esercito siriano (SAA) sta eliminando le ultime sacche di resistenza Isis a Suweida, dopo aver conquistato l’area. Come prossima tappa dell’offensiva contro lo Stato Islamico, i soldati possono scegliere tra due obiettivi. Il deserto di Badia, tra Homs e Deir Ezzor, e nella Middle Euphrates River Valley (MERV). Sono, questi, infatti, gli ultimi due quadranti ad alta densità di miliziani Daesh. Nel primo caso l’area da coprire è molto ampia e c’è il rischio che i jihadisti ripieghino a est, lanciando nuove offensive in massa verso Mayadeen e Abu Kamal. Nel secondo, la zona è più facile da gestire, ma c’è l’elevata probabilità che i terroristi attacchino alle spalle le truppe, proprio dal deserto.

Back To Top