skip to Main Content

Siria, comincia l’assalto all’ultima roccaforte Isis a Deir Ezzor: Hajin

Siria, Comincia L’assalto All’ultima Roccaforte Isis A Deir Ezzor: Hajin

Comincia a Deir Ezzor l’offensiva delle SDF contro Isis ad Hajin. Raid in periferia mentre arrivano rinforzi e rifornimenti alle truppe. Al più presto partirà l’attacco contro lo Stato Islamico

E’ cominciata a Deir Ezzor l’offensiva delle SDF contro Isis ad Hajin, l’ultima roccaforte nella provincia siriana. Le forze dell’operazione Round Up (Jazeera Storm) stanno stringendo il cerchio sullo Stato Islamico nell’area, continuando a condurre raid nella periferia della città. L’obiettivo è chiudere sempre più lo Stato Islamico al suo interno, isolando i jihadisti Daesh e obbligandoli a fuggire a ovest, verso il deserto di Dadia e Suweida. Intanto, le truppe arabo-curde ricevono rinforzi e rifornimenti, essenziali per l’invasione del centro abitato. Una volta preso questo, si passerà a Sha’fah e Harse, in modo da cancellare definitivamente a presenza dei miliziani a ovest dell’Eufrate. A seguito di ciò, stanno aumentando le defezioni tra i terroristi, soprattutto a livello di vertice. Tanto che nelle scorse ore le SDF hanno arrestato un “emiro” Isis, il quale cercava di infiltrarsi in Iraq dalla Siria fuggendo dai suoi stessi compagni. 

Nel sud ovest della Siria Daesh è pressato dal SAA a Quneitra e cerca di estendere la sua influenza a Suweida

Anche nell’area sud occidentale della Siria per Isis le cose non vanno bene. A Quneitra meridionale l’esercito di Damasco (SAA) sta effettuando intensi bombardamenti su Shajarah, Bayt Arrah e Abidin. Sono le ultime zone ancora sotto il controllo dello Stato Islamico a ovest di Daraa, al confine con Israele e la Giordania. Inoltre, sono in corso manovre sul terreno per cacciare al più presto i jihadisti dal quadrante. La maggior parte di loro si stanno rifugiando a Suweida, dove al momento non ci sono attacchi, se non raid aerei periodici. La regione sta diventando l’ultimo baluardo del Daesh in Siria, tanto che vi arrivano elementi sia da ovest sia da est (Deir Ezzor). Qui, infatti, il gruppo sta cercando di estendere la sua influenza come aggressioni a centri abitati locali. Tanto che alcune ore fa sono state rapite oltre una decina di donne druse dopo l’assalto ad alcuni villaggi.

Back To Top