skip to Main Content

Siria, al via l’assalto finale delle SDF alla tendopoli Isis a Deir Ezzor

Siria, Al Via L’assalto Finale Delle SDF Alla Tendopoli Isis A Deir Ezzor

Le SDF hanno lanciato l’assalto finale alla tendopoli Isis a Deir Ezzor. I miliziani dello Stato Islamico nell’area non hanno nessuna via di fuga

La tendopoli Isis a Baghuz Fawqani è sotto attacco da parte delle SDF. Le truppe di Jazeera Storm, dopo un intenso bombardamento aereo, hanno lanciato un’offensiva contro l’ultimo insediamento dello Stato Islamico a Deir Ezzor. Al momento sono in corso violenti scontri tra i combattenti siriani e i miliziani Daesh. Questi, però, non hanno più alcuna via di fuga in quanto la rete di tunnel sotterranei tra Wadi Ali e Harse è stata distrutta e le forze arabo-curde avanzano su tre assi. Inoltre, al di là dell’Eufrate, l’esercito siriano (SAA) è pronto a eliminare chiunque tenti di attraversare il fiume. In particolar modo nella zona di Abu Kamal, che in linea d’aria si trova davanti all’insediamento dei jihadisti e in cui negli ultimi giorni sono arrivati diversi rinforzi in previsione dell’assalto finale.

Le manovre di Jazeera Storm sono cominciate dopo che è stata notata per due giorni l’assenza di civili nella zona dell’accampamento Daesh e si concluderanno a breve. Poi, bonificato l’accampamento, Deir Ezzor potrà finalmente essere dichiarata libera da IS

Intanto, l’artiglieria delle SDF continua a colpire l’accampamento Isis a Deir Ezzor. A seguito di ciò, diverse tende dello Stato Islamico hanno preso fuoco. Nella tendopoli a Baghuz Fawqani, però, sono rimasti ancora numerosi miliziani. Sono gli elementi Daesh più irriducibili, quelli che sanno di dover combattere fino alla morte. Non sembra, invece, che si siano più civili intrappolati o tenuti prigionieri. Jazeera Storm, infatti, da sabato non ha più rilevato la presenza di civili nella zona, né di fuggiaschi. Di conseguenza, per sicurezza, ha atteso ancora un altro giorno e poi ha lanciato l’offensiva finale. La battaglia, comunque, secondo diverse fonti non durerà molto. Si ipotizza due o tre giorni al massimo. Al termine le forze arabo-curde effettueranno la bonifica dell’aerea e, successivamente, verrà ufficializzata la liberazione definitiva della provincia siriana da IS. 

Back To Top