skip to Main Content

Russia-Ucraina, la Norvegia aumenta le spese per la Difesa

La Norvegia aumenta le spese per la Difesa. Il bilancio proposto (+9,8%) assegna priorità al fianco nord: Penisola di Kola e Mare di Barents

La Norvegia incrementa le spese per la Difesa a seguito della crisi ucraina, della mobilitazione parziale russa e della richiesta di adesione alla NATO, assegnando priorità al fianco nord. Il quadrante da monitorare è la Penisola di Kola e il Mare di Barents. Il nuovo bilancio proposto è pari a 75,8 miliardi di corone, con un aumento del 9,8% rispetto all’anno precedente (6,8 miliardi). Lo ha annunciato il ministro della Difesa del paese scandinavo, Bjørn Arild Gram, sottolineando che “le operazioni nazionali quotidiane, la preparazione e la capacità per le operazioni in crisi e in guerra nel 2023 abbiano la priorità”. In questo contesto, 3,8 miliardi sono destinati a investimenti legati al Battaglione di Cavalleria a Porsangermoen e 1,2 miliardi per le infrastrutture militari a Troms e Finnmark. I fondi serviranno anche per costruire caserme a Høybuktmoen, Porsanger, Bardufoss e in altre località.

Obiettivi: migliorare l’operatività delle forze armate, anche in ambito NATO, e aiutare Kiev contro la Russia

L’obiettivo del governo norvegese è duplice: da una parte mettere le forze armate in condizione di rispondere al meglio nei confronti della minaccia russa, facilitando allo stesso tempo la loro integrazione con gli altri membri dell’Alleanza Atlantica. Dall’altra, sviluppare le condizioni per poter continuare a sostenere fattivamente l’Ucraina, rafforzando le strutture per l’accoglienza e l’addestramento. Parallelamente, Oslo aumenterà il numero dei militari, accelerando l’iter di arruolamento del personale e incrementando le assunzioni nelle scuole delle forze armate. Il nuovo budget “aiuta a mantenere la nostra popolazione al sicuro, sia contro le minacce di oggi sia per quelle che potrebbero arrivare – ha aggiunto Gram -. Garantire la nostra libertà è uno dei compiti più importanti per qualsiasi governo”.

Back To Top