skip to Main Content

Nigeria, prime ipotesi sulla matrice dell’attacco alla chiesa di Owo

Emergono i primi elementi dalle indagini nella chiesa di Owo, oggetto di un attacco terroristico di alcuni giorni fa

Chi è il responsabile dell’attacco terroristico contro la chiesa cristiana di San Francesco a Owo, una città nello Stato di Ondo, nel sud-ovest della Nigeria? Ancora non c’è una rivendicazione ufficiale, ma le tesi più accreditate sulla matrice della carneficina sono due: i Fulani o Book Haram/ISWAP. Le prime analisi della scena, però, forniscono elementi importanti a riguardo. Gli investigatori hanno recuperato frammenti degli IED usati e altre tre bombe inesplose. Inoltre, è stato appurato che alcuni membri del commando si erano travestiti da fedeli, mentre altri si erano posizionati intorno ai locali della chiesa in diverse direzioni. Infine, è stato scoperto che il gruppo ha lasciato l’area a bordo di una Nissan Sunny e che è fuggito attraverso la strada Owo/Ute. L’automobile è stata recuperata e ora è al vaglio degli inquirenti.

Gli elementi trovati sulla scena fanno pensare a capacità di pianificazione, tipiche dei jihadisti pro-ISIS come ISWAP/Boko Haram e poco comuni tra i Fulani

Le modalità dell’attacco alla chiesa in Nigeria fanno pensare a capacità di pianificazione ed esecuzione avanzate, che poco si addicono ai pastori Fulani, mentre sono tipiche dei jihadisti pro-ISIS. Specie se ci sono veterani internazionali all’interno di ISWAP/Boko Haram. Per trarre le conclusioni, comunque, è ancora presto. Nei prossimi giorni potrebbero emergere ulteriori elementi utili a tracciare un quadro più chiaro della situazione.

Back To Top