skip to Main Content

Medio Oriente, Isis in Siria è stato sconfitto e in Iraq perde leader e soldi

Medio Oriente, Isis In Siria è Stato Sconfitto E In Iraq Perde Leader E Soldi

Isis in Siria è finito. L’ultimo gruppo di miliziani dello Stato Islamico a Baghuz Fawqani si è arreso alle SDF e i fuggitivi sono braccati da Jazeera Storm a Deir Ezzor 

Isis in Siria ha perso, è finito. L’ultimo gruppo di miliziani dello Stato Islamico si è arreso a Baghuz Fawqani alle SDF di Operation Round Up (Jazeera Storm) nelle scorse ore. Tra questi anche numerosi foreign fighters provenienti da diversi paesi. Insieme a loro si sono consegnate anche le famiglie, che verranno trasferite in un’ala apposita del camp profughi di Al Hawl. Sono oltre 900 tra donne e bambini, che saranno curati e rifocillati dalle forze arabo-curde. Parallelamente, proseguono gli arresti di miliziani e leader Daesh fuggitivi. Non ci sono conferme ufficiali, ma sembra che a Deir Ezzor ne siano stati catturati alcuni di primo piano, i quali cercavano di spostarsi verso nord. Presumibilmente, sperando di arrivare a Idlib e al confine con la Turchia o in Iraq, per raggiungere l’ultima sacca di resistenza dei jihadisti tra Anbar e Nineveh. 

In Iraq Daesh, dopo aver perso la sua più grande rete di finanziatori del paese, si vede arrestare dall’INIS due alti comandanti, tra cui il “Principe delle Battaglie”

Anche in Iraq la situazione va male per Isis. Dopo che a Baghdad è stata smantellata la più grande rete di finanziatori dello Stato Islamico nel paese mediorientale, l’intelligence (INIS) ha arrestato due personaggi di altissimo livello. A Mosul è stato catturato “l’emiro delle battaglie”. L’uomo, di cui non è stata resa nota l’identità, è stato preso nel distretto di Rabia. Vi era appena arrivato, dopo essere fuggito dalla Siria e dall’offensiva delle SDF a Deir Ezzor. Il leader Daesh, peraltro, era coinvolto in molti attacchi contro le forze di sicurezza locali (ISF), soprattutto ad Anbar. Tanto da aver ottenuto il soprannome grazie alle numerose battaglie combattute contro le ISF negli ultimi anni. Ad Ayaza, invece, ha finito la sua latitanza l’ex capo delle forze di polizia dei miliziani di Tal Afar: Abu Abdulaziz.

Back To Top