skip to Main Content

Mali, Bamako riceve dalla Russia 4 Mi-17 e armi per combattere ISGS e JNIM

Bamako riceve dalla Russia 4 Mi-17 e armi per combattere ISGS e JNIM. Gli aiuti fanno parte dell’accordo con Mosca e il gruppo Wagner dopo la rimodulazione dell’operazione Barkhane in Sahel

Il governo del Mali ha appena ricevuto quattro elicotteri Mi-17 e una serie di nuovi armamenti dalla Russia. Questo è il primo effetto del recente accordo tra Bamako e il gruppo Wagner, il cui obiettivo è fornire sostegno al paese africano nella lotta contro i terroristi di ISGS e del JNIM (associato ad al Qaeda). La recente rimodulazione da parte della Francia dell’Operazione Barkhane, attiva in tutto il Sahel, ha suscitato proteste da parte dell’esecutivo maliano, che si è sentito abbandonato da Parigi, suo partner storico. Bamako ha perciò deciso di chiedere aiuto alla Russia, giudicando fallimentare la campagna del vecchio alleato che, nonostante tutti gli sforzi, è riuscita esclusivamente a contenere l’espansione dei miliziani, senza però inficiarne la loro capacità operativa.

Back To Top