skip to Main Content

La guerra Ucraina-Russia rivoluziona i combattimenti tra i cieli

La guerra Ucraina-Russia rivoluziona i combattimenti tra i cieli. Per la prima volta si è registrato un dogfight tra due Mavic, che ha visto la vittoria di quello di Kiev. Gli UAV, infatti, almeno finora non erano dotate di armi aria-aria

In Ucraina la guerra con la Russia ha subito una nuova evoluzione: oggi i dogfight, i combattimenti aerei, non si fanno più tra aerei, ma tra droni. Lo conferma il post di Serhiy Prytula su Twitter, che mostra un video in cui due Mavic – uno di Kiev e l’altro delle forze pro-Mosca – combattono tra loro nei cieli a colpi di eliche. Alla fine del dogfight è il UAV ucraino ad aver distrutto l’avversario. La battaglia tra droni nei cieli del paese europeo rappresenta una novità nel campo dell’Aeronautica, in quanto finora non risulta sia mai avvenuta. Non a caso, i velivoli senza pilota non sono dotati di armi in grado di colpire il nemico in volo, ma solo ordigni capaci di attaccare bersagli sul terreno. Di conseguenza, l’unica chance rimane quella di speronarli. Le lesson learned, però, sono importanti e non si esclude che in futuro qualche nazione non colmi anche questo gap.

Back To Top