La campagna internazionale contro Isis in Siria e Iraq è alle battute finali

Syria Siria Brettmcgurk Mikepompeo Usa Merv Nineveh Deirezzor Iraq Baghdad Raqqa Inherentresolve Dashisha Operationroundup Captagon Hajin Sousah Shafah Sdf Jazeerastorm Saa Iraq Isf Ramadan Deirezzor Abukamal Eufrate Euphrates Islamicstate Statoislamico Is Cizirestorm Syrianarmy Iraq Deirezzor Islamicstate Isis Isil Rawa Siria Bahrounnaim Indonesia Giacarta Abukamal Albukamal Merv Propaganda Radicalizzazione Reclutamenti Lupisolitari Daesh Anbar Isf Abukamal Siria Qaim Rawa Annah Merv Middleeuphratesvalley Statoislamico Is Rawa Qaim Anbar Deirezzor Popolazione Bandiera Iraq Siria Bambini Tortura Mosul Tal Afar Raqqah Isil Daesh Stato Islamico Siria Iraq Esercito Alqaeda Occidente Intelligence Humint

La campagna internazionale contro Isis in Siria e Iraq è alle battute finali. L’inviato speciale Usa, Brett McGurk, vola a Raqqa e Baghdad per discutere le prossime mosse contro lo Stato Islamico. Pompeo riferisce giovedì alla Coalizione

La campagna internazionale contro Isis in Siria e Iraq è alle battute finali. In questi giorni l’inviato speciale Usa, Brett McGurk, è stato nei due paesi per discutere con i partner locali di come portare a termine la guerra contro lo Stato Islamico. Nella prima nazione ha incontrato a Raqqa le autorità locali e i vertici delle SDF dell’operazione Round Up (Jazeera Storm). Nella seconda, ha parlato a Baghdad con i capi del governo e delle forze armate (ISF). Giovedì, il segretario di Stato americano, Mike Pompeo, incontrerà a Bruxelles 52 membri della Coalizione Internazionale contro Daesh. Nell’occasione discuterà con loro i dettagli delle prossime manovre per sconfiggere i jihadisti nei due stati. Parallelamente, si parlerà anche della ricostruzione, soprattutto a Deir Ezzor. In Iraq e a Raqqa, infatti, sta già avvenendo soprattutto grazie alle donne e ai giovani, quelli che hanno sofferto di più durante il dominio dei miliziani.

Intanto, in Siria e in Iraq continuano le operazioni contro Daesh. Nella MERV ci sono le SDF che scendono verso sud. Tra Anbar e Nineveh, la Coalizione e le ISF bombardano Isis

Intanto, in Siria e Iraq proseguono sul terreno le operazioni per annientare definitivamente Isis. A Deir Ezzor le SDF continuano a scendere nella Middle Euphrates Valley (MERV) verso sud, lungo i confini con il paese vicino. Appena liberata la zona, si passerà alla fase finale dell’operazione Roud Up: cacciare lo Stato Islamico dalle sue ultime roccaforti nella provincia: da Hajin ad Harse. In Iraq, invece, Inherent Resolve e le ISF hanno cominciato ad attaccare i jihadisti nell’ultima grande sacca di resistenza nella nazione. Quella tra Anbar e la provincia di Nineveh. Nelle ultime ore, infatti, i caccia della Coalizione hanno effettuato un attacco nell’area, uccidendo almeno 20 miliziani Daesh. Inoltre, proseguono gli strike sia aerei sia dell’artiglieria alla frontiera tra le due nazioni. L’obiettivo è bloccare qualunque tentativo di fuga o di infiltrazione.