Kenya, cinque agenti di polizia uccisi in un attacco di al-Shabaab

Cyber Kenya Garissa Mogadiscio Giovani Propaganda Narrativa Radicalizzazione Isis Isil Daesh Statoislamico Socialmedia Internet Giovani Nato Tunisia Fusion Centre Alleanza Atlantica Tunisi Somalia Shabaab Mali AQIM Belmokhtar Africa Jihad

Cinque agenti di polizia kenioti sono stati uccisi dal gruppo terroristico al-Shabaab al confine con la Somalia. Il loro veicolo è stato investito dall’esplosione di un ordigno esplosivo improvvisato (IED) nella contea di Garissa. Questa è regolarmente teatro di attacchi condotti dal gruppo jihadista, che prende di mira soprattutto le forze di sicurezza preposte al controllo della frontiera. Harun Kamau, il vice commissario della contea, ha dichiarato che gli agenti di polizia erano a bordo  di un mezzo che scortava pattuglie in perlustrazione nel villaggio di Harar, nei pressi della città di Liboi, quando è stato colpito da un IED. Degli otto occupanti, cinque sono deceduti. I tre sopravvissuti, gravemente feriti, sono stati trasportati in aereo a Nairobi. Stanchi dei ripetuti attacchi dei miliziani pro-Isis nel nord del paese, i parlamentari della nazione africana hanno minacciato di armare le popolazioni locali per metterle in condizione di difendersi da azioni ormai troppo frequenti e incontrollabili.

di Pierluigi Bussi