skip to Main Content

ISIS, comincia a Diyala la quarta fase di Heroes of Iraq

ISIS, Comincia A Diyala La Quarta Fase Di Heroes Of Iraq

Le ISF e Inherent Resolve cominciano a Diyala la quarta fase dell’operazione anti ISIS, Heroes of Iraq. La manovre contro lo Stato Islamico si concentrano ad ad Al-Mkhisa, Tawakul, Diyala Basin, South Khanaqin, Zur Umm Al-Hinta e Al-Abara

Le ISF hanno cominciato la quarta fase dell’operazione anti-Isis, Heroes of Iraq. I soldati locali, in cooperazione con Inherent Resolve, opereranno nel governatorato di Diyala su tre assi. Obiettivo: eliminare le cellule dello Stato Islamico presenti nell’area e permettere il ritorno degli sfollati alle loro case in piena sicurezza. Soprattutto ad Al-Mkhisa, Tawakul, Diyala Basin, South Khanaqin, Zur Umm Al-Hinta e Al-Abara. In particolare sono coinvolte le forze speciali (ISOF) di Baghdad, che effettueranno raid mirati contro Daesh, col supporto aereo della Coalizione. Peraltro l’offensiva, seppur sia appena cominciata, ha già cominciato a dare i suoi frutti. Nel corso di un controllo è stato scoperto e smantellato un deposito di IS con oltre 20 razzi Katyusha nascosti sotto terra nella vicina Salah-al-Din.

Intanto, continua la rimodulazione della presenza della Coalizione in Iraq. La Spagna lascia alle ISF la base di Basmaya. E’ la settima finora, in base a un calendario prestabilito in base ai successi delle manovre contro Daesh

Intanto, continua la rimodulazione delle forze di Inherent Resolve in Iraq, che stanno lasciando sempre più autonomia alle ISF nella caccia alle cellule Isis. Nelle ultime ore la Coalizione ha ceduto ai soldati locali la base di Basmaya a sud est di Baghdad, finora a guida spagnola. Qui, le truppe di Madrid insieme a quelle portoghesi, canadesi, britanniche e Usa hanno addestrato 50.000 militari locali nelle operazioni di contrasto allo Stato Islamico. Il paese europeo rimarrà comunque nel paese mediorientale con alcuni consiglieri nella capitale, elicotteri e personale di supporto alla NATO. Basmaya è la settima struttura che passa nelle mani delle ISF, in base a un piano e a un calendario stabiliti, studiati sull’evoluzione e ai risultati delle manovre contro Daesh.

Back To Top