skip to Main Content

Iraq-Siria, lo Stato Islamico perde un altro dei leader più importanti

Lo Stato Islamico perde un altro dei leader più importanti tra Iraq e Siria. L’uomo era l’emiro dell’“al-Zarqawi battalion”. Il mistero sul nuovo califfo, le promesse disattese e l’escalation di attacchi subiti stanno mettendo in crisi l’ex ISIS

Lo Stato Islamico perde uno dei suoi leader più importanti tra Iraq e Siria. E’ Muhammad al-Zawbaie, alias Abu Azzam/Abu Seif, catturato dalle ISF in un’operazione coordinata con Inherent Resolve a sud est di Bagdhad. L’uomo, considerato l’emiro dell’“al-Zarqawi battalion”, si muoveva tra i due paesi dove gestiva unità di jihadisti pro-ISIS e organizzava i loro trasferimenti. Negli stessi giorni è stata anche smantellata una cellula IS, che operava tra la capitale irachena e Kirkuk, e sono stati catturati numerosi miliziani e comandanti locali. I raid sono la risposta all’operazione “La Vendetta per i due Sceicchi”, che i terroristi hanno lanciato in Iraq e Siria per vendicare la morte dei due califfi: al-Baghdadi e al-Mawla (Abu Ibrahim Al Hashimi Al Qurayshi). Il mistero su chi sia il nuovo califfo, le promesse disattese e l’escalation di catture e uccisioni dei leader stanno però mettendo in crisi il gruppo, sempre più sfaldato.

Back To Top