skip to Main Content

Iraq-Siria, anche SAA e SDF partecipano all’operazione anti-Isis Victory Will

Iraq-Siria, Anche SAA E SDF Partecipano All’operazione Anti-Isis Victory Will

Anche il SAA e le SDF partecipano all’operazione Victory Will (Irada al-Nasr) contro Isis. L’esercito di Damasco e Jazeera Storm sigillano i confini a Deir Ezzor per evitare movimenti di elementi dello Stato Islamico tra la Siria e l’Iraq

L’esercito siriano (SAA) e le SDF a Deir Ezzor si uniscono all’operazione anti-Isis, Victory Will (Irada al-Nasr), in Iraq. I soldati di Damasco hanno cominciato a dare la caccia alle cellule dello Stato Islamico nell’area meridionale della provincia. In particolare ad Al-Shloula. Ciò dopo l’arrivo di numerosi rinforzi. Jazeera Storm, invece, ha rafforzato tutte le postazioni al confine e sta conducendo una serie di manovre a sud per eliminare i gruppi Daesh. L’obiettivo è sigillare le aree. Da una parte per evitare possibili arrivi di rinforzi ai jihadisti nella nazione vicina. Dall’altra per permettere alle ISF di schiacciare i miliziani, impedendo loro di fuggire. Le forze dei due paesi, infatti, non prendono di mira solo i terroristi. Ma anche le loro rotte di rifornimento e comunicazione. In primis i tunnel.

L’operazione delle ISF, intanto, produce buoni risultati. In soli due giorni Daesh perde 50 tra basi e centri di addestramento tra Anbar, Nineveh e Salahuddin

Intanto, Victory Will in Iraq sta già producendo buoni risultati. Isis in poco pi dio due giorni ha perso quasi 50 tra basi e campi di addestramento. Inoltre, sono stati eliminati decine di miliziani dello Stato Islamico e sequestrati numerosi armi, esplosivi ed equipaggiamenti. Nelle manovre sono stati anche bonificati circa 30 villaggi, compresi alcuni al confine con la Siria. L’operazione delle SDF, a cui partecipano anche la Coalizione Internazionale e per milizie sciite PMF, è in corso tra Anbar, Nineveh e Salahuddin. L’obiettivo è eliminare la grande sacca di resistenza Daesh nell’area desertica del paese mediorientale fino al confine. Qui c’è un grande gruppo di fondamentalisti, che successivamente si è diviso in unità minori, che raccoglie fuggitivi IS dai campi di battaglia nelle due nazioni. 

Back To Top