skip to Main Content

Iraq, nuova operazione anti-Isis a Diyala. Si aggiunge a Victory Will

Iraq, Nuova Operazione Anti-Isis A Diyala. Si Aggiunge A Victory Will

Al via in Iraq una nuova operazione anti-Isis, che si aggiunge a Victory Will: Quella a Diyala sulle montagne di Hamrin

In Iraq comincia una nuova operazione per eliminare le cellule Isis rimaste nel paese, che si aggiunge a Victory Will (Irada al-Nasr) tra Anbar, Nineveh e Salahuddin. Le nuove manovre si tengono a Diyala e in particolare sulle montagne di Hamrin, dove già una volta le ISF avevano sconfitto lo Stato Islamico. Sembra, però, che diversi gruppi siano tornati a nascondersi nell’area, imponendo tangenti alla popolazione locale e compiendo attacchi sia contro obiettivi militari sia civili. Di conseguenza, si è deciso di eliminare i miliziani Daesh una volta per tutte. Evitando anche che quelli in fuga da Victory Will possano trovare nel quadrante un rifugio sicuro. Infatti, sono coinvolti migliaia di soldati di Baghdad e di appartenenti alle milizie sciite Hashd al-Shaabi (PMF).

Intanto, le truppe di Irada al-Nasr continuano ad avanzare all’interno del territorio di Isis tra Anbar, Nineveh e Salahuddin. Le manovre sono alla fase 2

Intanto, le truppe di Victory Will continuano ad avanzare all’interno del territorio di Isis nel deserto. I caccia della Coalizione Internazionale a Nineveh hanno eliminato quattro miliziani dello Stato Islamico ad al-Manayef, che si aggiungo agli altri 16 uccisi a Wadi Kasb nei giorni scorsi. L’intelligence di Baghdad, invece, ha arrestato un membro della sicurezza Daesh mentre cercava di infiltrarsi a Mosul. Infine, altri quattro jihadisti hanno perso la vita al confine con la Siria durante uno scontro con le ISF. I miliziani stavano tentando di attraversare il confine per raggiungere i loro compagni nella regione di al-Jazeera. Le manovre, giunte alla fase due, ora vedono i soldati spingere all’interno del territorio nemico. L’obiettivo è chiudere i terroristi in un’area circoscritta per poi lanciare contro di essi l’offensiva finale.

Back To Top