skip to Main Content

Iraq, maxi operazione ISF-Inherent Resolve in corso contro Isis

Iraq, Maxi Operazione ISF-Inherent Resolve In Corso Contro Isis

In corso manovre congiunte anti-Isis delle ISF e della Coalizione Internazionale. L’ultimo obiettivo attaccato è stato un compound dello Stato Islamico presso il lago Hamrin, colpito con 4.000 libere di bombe guidate

In Iraq le ISF e la Coalizione Internazionale hanno lanciato una serie di operazioni contro Isis in diverse province. Da Kirkuk a Salahuddin, passando per Anbar e Nineveh. Obiettivo: smantellare le cellule dello Stato Islamico responsabili degli ultimi attacchi contro i soldati e la popolazione in tutto il paese mediorientale. Inoltre, si sta lavorando per bloccare i gruppi di jihadisti in fuga dalla Siria.  Il fulcro delle ultime manovre si è registrato nei pressi del Lago Hamrin, dove i caccia F-16 di Baghdad hanno sganciato 4.000 libbre di bombe guidate su un compound usato da Daesh. Al termine del bombardamento, i militari locali hanno effettuato un’operazione di bonifica dell’area e acquisito materiale d’intelligence, giudicato di interesse. Sulle montagne di Badush, infine, ci sono stati alcuni strike, che hanno causato la morte di numerosi terroristi. Le operazioni, comunque, sono ancora in corso in diverse province.

Nei giorni scorsi le forze irachene hanno catturato il responsabile del supporto logistico Daesh a Ramadi e nell’area orientale di Anbar

Isis ha subito un altro colpo in Iraq nei giorni scorsi. Le ISF hanno catturato un jihadista, responsabile del supporto logistico allo Stato Islamico a Ramadi e nell’area orientale di Anbar. Il terrorista era ricercato e la Falcon Cell lo monitorava da tempo. Grazie alla sua cattura è stata ridotta drasticamente la capacità operativa di Daesh di effettuare attacchi a Baghdad e Falluja. Il miliziano, infatti, si occupava di fornire rifugi sicuri, armi ed equipaggiamenti ai gruppi che dalla provincia si spostavano verso il centro e il nord del paese mediorientale. Peraltro, sembra che dai suoi interrogatori siano emerse già informazioni di rilievo che aiuteranno l’intelligence a tracciare una mappatura dettagliata di come i fondamentalisti operano e si sono organizzati.

Back To Top