skip to Main Content

Iraq, la quinta fase di Victory Will punta le infrastrutture Isis verso l’Arabia Saudita

Iraq, La Quinta Fase Di Victory Will Punta Le Infrastrutture Isis Verso L’Arabia Saudita

La quinta fase dell’operazione Victory Will contro Isis in Iraq entra nel vivo. Le ISF prendono di mira le infrastrutture dello Stato Islamico a karbala e Najaf, al confine con l’Arabia Saudita

Entra nel vivo in Iraq la quinta fase dell’operazione Victory Will contro Isis. Le ISF hanno già distrutto una serie di infrastrutture usate dai miliziani dello Stato Islamico tra Karbala e Najaf, al confine con l’Arabia Saudita: una rete di tunnel e alcuni rifugi. Inoltre, sono stati arrestati diversi jihadisti Daesh che si nascondevano nell’area. La loro cattura ha permesso alle forze di Baghdad di acquisire informazioni importanti, che saranno utili per il proseguimento delle manovre.  Peraltro, queste si tengono in cooperazione e coordinamento con Riad. Tanto che il Regno ha inviato rinforzi alla frontiera per evitare che elementi IS, in fuga dalle ISF, possano tentare di infiltrarsi nella nazione. Parallelamente, è stato incrementato il monitoraggio aereo-satellitare dell’area, anche grazie alle partnership con vari alleati internazionali. Per motivi precauzionali, però, Baghdad ha deciso di disimpegnare le milizie filo-iraniane dalle manovre verso il confine saudita.

A Diyala sono cominciate altre manovre contro le cellule Daesh. I miliziani si vendicano con un attentato multiplo a Baghdad

Intanto, è cominciata a Diyala un’altra operazione per smantellare le cellule Isis e le loro reti logistiche. Nelle scorse ore le ISF hanno distrutto cinque rifugi dello Stato Islamico nell’area e arrestato una decina di miliziani nei distretti di Mandali, Khanaqin e Nada. La risposta di Daesh alle operazioni è stata un violento attentato a Baghdad, che ha causato una decina di feriti tra la popolazione. La capitale è stata, infatti, scossa da una serie di violente esplosioni da nord e a sud. Due bombe sono detonate su un lato della strada a Hal al-Alam e nel quartiere di al-Shurta al-Rabi’a. Un’altra ad al-Sha’b e la quarta a Bab al-Sheikh. E’ la vendetta di IS per Victory Will e le altre manovre che stanno braccando i terroristi in tutto il paese.

Back To Top