skip to Main Content

Iraq, Inherent Resolve cede alle ISF la base di Taji

Inherent Resolve cede alle ISF Camp Taji, la base di addestramento più importante per le operazioni anti-Isis in Iraq

Inherent Resolve registra un nuovo successo nella lotta contro Isis in Iraq. I militari internazionali della Coalizione hanno ceduto la base di Taji, la più grande e importante nel paese mediorientale, alle ISF con una cerimonia il 23 agosto. Ciò a seguito del fatto che le forze locali si stanno dimostrando sempre più capaci nelle operazioni per eliminare le cellule dello Stato Islamico. Non a caso, a luglio è stata stabilita una riorganizzazione secondo cui il contingente multinazionale è diventato un “Military Assistance group” (MAG). In questo contesto è prevista una graduale riduzione di soldati, a vantaggio di una maggiore specializzazione nelle capacità fornite, e una conseguente cessione delle basi non più strategiche. L’obiettivo è migliorare qualitativamente la formazione a tutti i livelli, approfondendo aspetti tattici e strategici essenziali per il successo della campagna anti-Daesh. Il sostegno aereo ravvicinato (CAS) e quello nella pianificazione delle manovre, comunque, proseguono.

La struttura, il cui valore è di 347 milioni, è l’ottava a essere stata consegnata a Baghdad dallo scorso luglio Vi hanno operato fino a 2.000 istruttori di 13 paesi e della NATO, che hanno preparato oltre 47.000 soldati iracheni a combattere Daesh

Camp Taji ha visto addestrarsi oltre 47.000 membri delle ISF nelle operazioni anti-Isis. La base ha ospitato fino a 2.000 elementi di Inherent Resolve, la maggior parte dei quali ha lasciato la struttura nell’estate del 2020. Vi hanno operato istruttori di Australia, Canada, Finlandia, Germania, Ungheria, Italia, Paesi Bassi, Nuova Zelanda, Polonia, Turchia, Regno Unito, Stati Uniti e della NATO. Inoltre, è stato ospitato un battaglione di elicotteri spagnolo. Nel tempo, infatti, è diventata il centro di addestramento principale in Iraq per la guerra contro lo Stato Islamico, dotandosi di equipaggiamenti e infrastrutture per un controvalore di 347 milioni di dollari, trasferiti al governo di Baghdad insieme a tutta la base. Taji è, peraltro, l’ottavo “camp” che da luglio è stato ceduto dalla Coalizione anti-Daesh al governo iracheno.

Photo Credits: Inherent Resolve

Back To Top