skip to Main Content

Iraq, comincia la quinta fase dell’operazione Victory Will contro Isis

Iraq, Comincia La Quinta Fase Dell’operazione Victory Will Contro Isis

Comincia in Iraq la quinta fase dell’operazione Victory Will contro Isis. Le ISF, le PMF e Inherent Resolve spingeranno a Karbala e Najaf, al confine con l’Arabia Saudita, per fermare le cellule dello Stato Islamico fuggite da Anbar

Comincia in Iraq la quinta fase dell’operazione Victory Will contro Isis. Le manovre anti-Daesh si tengono a sud di Karbala e Najaf, al confine con l’Arabia Saudita. Vi partecipano assetti terrestri e aerei delle ISF, le milizie sciite Hashd al-Shaabi (PMF) e Inherent Resolve. L’obiettivo è eliminare le cellule dello Stato Islamico che sono fuggite da Anbar, Babil e Baghdad durante le scorse fasi dell’offensiva. Queste si muovono lungo la frontiera tra i due paesi per ridurre le possibilità di essere rilevate. Inoltre, forniscono sostegno logistico agli altri gruppi Daesh presenti nella nazione mediorientale, grazie a collegamenti con contrabbandieri e simpatizzanti sauditi. Come in passato non è stata indicata una data per la fine delle operazioni. Dal comando centrale iracheno fanno sapere che termineranno una volta che la minaccia sarà stata sconfitta completamente.

Intanto, nel resto dell’Iraq sono in corso manovre minori per bloccare la capacità operativa di Daesh. Da Nineveh a Diyala, passando per Baghdad

Intanto, nel resto dell’Iraq proseguono altre operazioni, seppure su scala minore, per smantellare le cellule Isis. A Mosul le ISF hanno arrestato una decina di miliziani dello Stato Islamico in due blitz separati. La prima, come ha annunciato il capo della polizia della provincia di Niveveh, è avvenuta nel distretto di Haramat e la seconda a Rajm Hadid. A Diyala, invece, l’esercito ha distrutto un deposito di armi, munizioni ed esplosivo Daesh. I caccia hanno bombardato e distrutto l’edificio, che si trovava a Miqdadiyah, a circa 30 chilometri a ovest di Baquba. Infine a Aker al-Saadan, a sud di Baghdad, l’intelligence locale ha scoperto e smantellato un grande centro IS per lo stoccaggio di bombe. All’interno sono stati trovati 20 IED, 332 detonatori, 155 timer, cavi ed equipaggiamenti per la costruzione di ordigni.

Back To Top