skip to Main Content

Iraq: catturato Sami Jasim al-Jaburi, “ministro delle Finanze” dello Stato Islamico

Sami Jasim al-Jaburi, “ministro delle Finanze” dello Stato Islamico, è stato catturato all’estero dall’INIS iracheno. Forse anche Inherent Resolve e le SDF hanno contribuito al raid. Il terrorista era il braccio destro di al-Baghdadi e gestiva le casse dell’ISIS

Sami Jasim al-Jaburi, “ministro delle Finanze” dello Stato Islamico è stato catturato dalle forze di sicurezza irachene. Il terrorista, vice di Abu Bakr al-Baghdadi, era uno degli uomini più ricercati dell’ex ISIS e ancora oggi gestiva le casse dello Stato Islamico. Al-Jabuti è stato arrestato dall’intelligence di Baghdad (INIS) in un’operazione all’estero, su cui però non sono stati forniti dettagli.  L’annuncio della sua cattura, peraltro, è stato dato direttamente dal premier Mustafa Al-Kadhimi sul suo profilo Twitter. Secondo fonti locali, il jihadista potrebbe essere stato preso o in Turchia o nell’Est della Siria, dove si sarebbe rifugiato sentendo il fiato delle ISF sul collo. Al-Jaburi, peraltro, era anche nella black list degli USA, che avevano offerto 5 milioni di dollari per informazioni che avrebbero portato alla sua cattura. Di conseguenza, non è escluso che al raid abbiano contribuito anche Inherent Resolve e le SDF, nel caso di conferma dell’indiscrezione sulla Siria.

Photo Credits: Iraqi Government

Back To Top