Daesh in Siria è collassato, lo confermano 5 arresti eccellenti in Iraq

Siria Syria Isis Daesh Statoislamico Islamicstate Deirezzor Inherentresolve Jazeerastorm Iraq Isf Sdf Kurds Middleeast Mediooriente

Gli ultimi arresti delle ISF in Iraq confermano che lo Stato Islamico è collassato in Siria, come ha appena annunciato Inherent Resolve

Isis in Siria sta crollando definitivamente, la riprova sono i 5 arresti eccellenti avvenuti nelle scorse ore al confine con l’Iraq da parte delle ISF. Sono altrettanti alti comandanti dello Stato Islamico. Tra loro ci sono Sadam al-Jamal, a capo della sicurezza dell’”Euphrates Welayet”; Mohamad Hussain Kheder, che sovrintendeva l’area di Mayadeen, e Issam al-Zobai, responsabile della “strike force”. Gli incursori Isis nella zona. A quanto ha appreso Difesa e Sicurezza da fonti locali, il gruppo di leader stava fuggendo da Deir Ezzor quando è stato intercettato dalle truppe di Baghdad. L’accaduto conferma le parole del generale Felix Gedney, vice comandante dell’operazione Inherent Resolve. L’alto ufficiale aveva scritto su Twitter che IS “sta collassando dall’interno. I jihadisti “non vengono pagati e il loro morale sta affondando. Ci sono frizioni tra miliziani locali e foreign fighters, mentre i comandanti scappano”.

Intanto a Deir Ezzor le SDF avanzano contro Isis e sono a meno di 2 chilometri dal confine con l’Iraq. Jazeera Storm sta anche bonificando i territori minati dal Daesh

A peggiorare le cose per Daesh in Siria c’è il veloce progredire dell’operazione Jazeera Storm (Cizire Storm) delle SDF a Deir Ezzor. La forza arabo-curda in nove giorni di ripresa dell’offensiva contro lo Stato Islamico ha già ripreso 21 chilometri di territorio al confine con l’Iraq e avanza veloce. Tanto che sono a meno di due chilometri dalla frontiera tra i due paesi. Peraltro, parallelamente alla fase offensiva, le truppe stanno sminando tutti i territori conquistati a Isis. L’obiettivo è duplice: da una parte garantire alle unità movimenti liberi in sicurezza. Dall’altra, permettere quanto prima alla popolazione di tornare alle proprie case. Finora sono stati smantellati centinaia di ordigni di vario tipo.

Il recente Tweet del generale Gedney sul collasso interno di Isis in Siria