skip to Main Content

Africa, la Francia cattura uno dei massimi leader ISGS in Sahel

La Francia cattura uno dei massimi leader ISGS in Sahel. Oumeya Ould Albakaye è stato arrestato in un raid dell’Operazione Barkhane tra Mali e Niger. Era a capo dei jihadisti pro-ISIS nelle province di Gourma e Oudalan

ISGS subisce un colpo molto duro in Sahel: la cattura di uno dei suoi massimi leader, Oumeya Ould Albakaye, da parte delle truppe francesi dell’Operazione Barkhane tra Mali e Niger. L’uomo è stato arrestato nella notte tra l’11 e il 12 giugno nel corso di un raid mirato, preparato da settimane. Albakaye, esperto di esplosivi, era a capo dei jihadisti pro-ISIS nelle province di Gourma e Oudalan, rispettivamente in Mali e in Burkina Faso. Inoltre, si ritiene che fosse stato uno dei potenziali successori per la guida del gruppo, dopo la morte del vecchio leader – Adnan Abu Walid al-Sahrawi – ucciso dalle forze di Parigi ad agosto 2021. Il comandante è stato interrogato alcuni giorni dai militari francesi e poi è stato consegnato alle autorità maliane. Intanto, Parigi sta completando il ritiro dal paese africano, che dovrebbe concludersi entro pochi mesi con la consegna della base militare di Gao alle truppe di Bamako.

Back To Top