skip to Main Content

Afghanistan, la crisi umanitaria e alimentare degenera

La crisi umanitaria e alimentare in Afghanistan degenera. Scontri tra i civili per accaparrarsi il pane. Ci sono sospetti che tra i talebani qualcuno rivenda il cibo al mercato nero. Intanto, ISIS-K aumenta gli attacchi

La situazione umanitaria in Afghanistan è in continuo deterioramento, nonostante le promesse del governo dei talebani. Tanto che la popolazione è arrivata a combattere per ricevere il pane. Lo denunciano fonti locali, sottolineando che la crisi alimentare dilaga. A Kabul sono frequenti le liti violente quando i camion dell’Emirato Islamico si fermano per la distribuzione del cibo. Alcuni giornalisti locali hanno anche diffuso video a riguardo. In altre aree del paese asiatico ci sono stati persino assalti armati ai furgoni. “La gente – spiegano alcuni afghani – è disperata e pronta a tutto pur di sopravvivere”. Il sostegno internazionale non basta e la gestione locale delle risorse non funziona. Ci sono sospetti che qualcuno rubi gli aiuti per rivenderli al mercato nero o che li distribuisca in base a ricatti. Peraltro, non ci sono segnali su una possibile inversione di tendenza, aggravata da nuove ondate di attacchi di Isis-Khorasan Province (ISKP, ISIS-K).

Back To Top