Volete lanciare un cyber attacco DDoS? Ora si può fare dallo smartphone

Botnet Aziende Exdipendenti Ddosforhire Hackers Cybercrime Cyberattacks Organizations Exmployers Reaper Terrorismo Criminalità Hajime Peertopeer Hns Hidenseek Bot Cyber Notiziecyber Sicurezzainformatica Iot Cyber Ragebooter Mobile Smartphone Serverstresstest Cyberuragano Checkpoint Isis Isil Daesh Stato Islamico Caliphate Cannon UCC United Cyber Caliphate Vigilante Neustar Cyberwarfare Hacker Cybersecurity Lussemburgo DDoS RDoS Cyber Threat Alliance Piattaforma Mirai Affitto Malware Botnet Apt

I “DDoS attacks-as-a-service” (DAAS) arrivano sul mobile e non sono mai stati così facili

Lanciare un cyber attacco di tipo DDoS non è mai stato così facile come adesso. Ciò grazie a Ragebooter, un’applicazione per mobile che si può scaricare gratuitamente dal Google Play Store. Formalmente è un servizio di test per lo stress dei server. Ma in realtà permette a chiunque conosca l’indirizzo IP della vittima di condurre un’aggressione Distributed Denial of Services su vasta scala. I prezzi, perché il servizio è a pagamento, vanno da 3 a 300 dollari. In base a che tipo di opzione di sceglie. SI va da un bombardamento di 2 minuti fino a uno di 3 ore. Con possibilità di effettuare tre offensive in contemporanea sul bersaglio. Con una potenza di oltre 15 Giga. Peraltro, i creatori dell’APP sono estremamente fiduciosi del loro prodotto. Tanto che offrono l’opportunità di richiedere un rimborso totale entro 24 ore.

Oltre 30 server per lanciare multipli attacchi DDoS fino a 3 ore consecutive, con una potenza superiore ai 15 Giga

La “forza” di Ragebooter è in una serie di peculiarità. Innanzitutto un pannello di controllo “user friendly” molto intuitivo. Questo permette agli hacker in erba di lanciare cyber attacchi DDoS con diverse modalità e durata. La piattaforma, inoltre, è ottimizzata per qualunque dispositivo. Fisso e mobile, smartphone e tablet in primis. L’azienda afferma che a oggi mette a disposizione dei suoi clienti oltre 30 Server per lo stress test e che grazie a ciò c’è tutta la potenza possibile. Comunque, sottolinea che ne sta progressivamente aggiungendo altri. Infine, è disponibile un servizio di assistenza. C’è un team di supporto, che si occupa di rispondere a tutte le domande e i dubbi dell’utilizzatore del prodotto. A proposito, si spiega sul sito della società che sono stati già condotti 310.602 test. Cioè cyber attacchi DDoS. Su chi siano i creatori del servizio, invece, non c’è alcun tipo di informazione.

Il sito web di Ragebooter