skip to Main Content

Usa-Argentina, primo incontro per il Cyber Policy Working Group

Usa-Argentina, Primo Incontro Per Il Cyber Policy Working Group

Focus sull’implementazione delle politiche bilaterali legate al cyberspazio

Primo incontro per il Cyber Policy Working Group Usa-Argentina. Il meeting è stato focalizzato sull’implementazione dei rispettivi framework delle politiche legate al cyberspazio. Inoltre, si è discusso della protezione dei network, dello sviluppo della forza lavoro in ambito cyber e della gestione degli incidenti informatici. Parallelamente, ci si è confrontati su condivisione delle informazioni e protezione delle infrastrutture critiche dal cybercrime e dalla cyberwarfare. In particolare attraverso la cooperazione pubblico-privato. Chair della delegazione Usa era Christopher Painter, coordinatore delle questioni cyber al dipartimento di Stato. Vi facevano parte altri funzionari dello stesso organismo nonché dei dipartimenti della Homeland Security (DHS), della Giustizia, della Difesa, del National Security Council e del NIST. Quella argentina era guidata da Jose Hirschson, sottosegretario a Tecnologia e la Cybersecurity del ministero della Modernizzazione. Questa era composta anche da elementi dei ministeri degli Esteri, della Difesa, dell’Interno, della Sicurezza e della Giustizia e dei Diritti Umani.

Protagonisti i CERT per la lotta contro cybercrime e cyberwarfare

Uno dei protagonisti dell’incontro del Cyber Policy Working Group Usa-Argentina sono stati i Computer Emergency Response Team (CERT) e il loro ruolo critico. Sia per la protezione delle infrastrutture sia nella gestione e risposta agli incidenti informatici. Peraltro non solo in ambito civile, ma anche in quello militare. Tanto che nel meeting a Washington si è discusso anche come rafforzare la cooperazione tra i cyber esperti con le stellette dei due paesi. Infine, l’appuntamento ha posto la base per un confronto su un tema chiave, molto attuale anche alla luce della recente campagna del ransomworm WannaCry e dei suoi successori: la lotta al cybercrime. A proposito si stanno analizzando le strade migliori per migliorare le indagini e i procedimenti giudiziari, nonché la collaborazione tra le rispettive forze di polizia.

Il Cyber Policy Working Group Usa-Argentina è nato da un accordo tra Trump e Macri

La nascita del Cyber Policy Working Group Usa-Argentina è avvenuta con la firma di un accordo. Tra il presidente americano Donald Trump e il suo omologo della nazione latino americana, Mauricio Macri. L’intesa è stata annunciata dallo stesso Trump durante una colazione di lavoro successiva al colloquio. Nell’occasione ha spiegato che servirà per “proteggere gli interessi economici e di sicurezza” in entrambi i paesi. L’organismo, che lavorerà anche su cyber defence e risposta al cybercrime, sarà un forum a livello politico. Questo dovrà identificare le minacce a entrambi i paesi e sviluppare le risposte appropriate. Inoltre, fornire ai decisori politici di Stati Uniti e Argentina valutazioni ed expertise sulla tematica.

Back To Top