skip to Main Content

Ucraina, Putin aumenta il pressing riconoscendo il Donbass

Putin aumenta il pressing minacciando il riconoscimento del Donbass. La Russia ha già annesso de facto, e in silenzio, la Bielorussia. Una soluzione per bloccare la crisi potrebbe essere l’adesione di Kiev all’UE

La Russia aumenta il pressing sull’Ucraina riconoscendo Luhansk e Donetsk, le due regioni separatiste nel Donbass. Lo ha annunciato il presidente Vladimir Putin in una video dichiarazione al termine del Consiglio di sicurezza, spiegando che l’ipotesi trovava largo consenso nel governo e nelle istituzioni della Federazione. Al pressing, peraltro, si aggiunge l’annessione, di fatto e in silenzio, della Bielorussia. Il capo di stato maggiore della Difesa di Minsk, Viktor Gulevich, come riporta l’agenzia BelTa, ha affermato infatti che le truppe di Mosca rimarranno nel suo paese tutto il tempo necessario. Il riferimento è al fatto che circa 30.0000 soldati della Federazione rimarranno in Bielorussia, nonostante la fine delle esercitazioni militari bilaterali. Una soluzione, però, potrebbe arrivare dall’UE. Secondo diverse fonti, è in discussione al Consiglio Affari Esteri (CAE) l’opzione di offrire all’Ucraina l’adesione al blocco. A quel punto per la Russia diverrebbe molto più complesso e rischioso attaccare la nazione.

Back To Top